Taormina. Settore rifiuti, il sindaco Giradina punta al termovalorizzatore

TAORMINA – Qualora si realizzasse l’idea del sindaco di Taormina Eligio Giardina  rappresenterebbe una svolta per il delicato settore dei rifiuti nel comprensorio taorminese: il primo cittadino della Perla nel corso di un vertice che si è tenuto a Palazzo dei Giurati ha lanciato a sorpresa la proposta di realizzare un termovalorizzatore comprensoriale. Alla tavola rotonda hanno partecipato i sindaci di Letojanni, Alessandro Costa, di Giardini Naxos Nello Lo Turco e di Castelmola Orlando Russo. L’idea di Giardina è stata accolta positivamente dai colleghi. L’intenzione è quella di mettere un pò d’ordine nella raccolta e nello smaltimento dei rifiuti: obiettivo principale è l’abbattimento dei costi e la necessità di assicurare servizi adeguati puntando tutto sulla raccolta differenziata. I 4 sindaci sono già passai alla fase operativa ed hanno già individuato un’area in cui potrebbe  sorgere il termovalorizzatore: si tratta di una zona decentrata che si trova al confine tra Taormina, Giardini e Castelmola. Per la raccolta dei rifiuti i 4 primi cittadini stanno pensando alla creazione di una società ad hoc. Si punta dunque ad una gestione comprensoriale. Giardina ha anche ribadito la proposta di creare un corpo unico di polizia municipale. I riflettori sono stati puntati inoltre sul porto di Giardini Naxos, per il quale l’inizio dei lavori è atteso per il mese prossimo. Ma si è anche parlato di un attracco stagionale, rimovibile, nella baia di Villagonia che porterebbe i diportisti a Taormina. Durante il meeting è stata confermata la volontà di portare avanti l’iter per un consorzio dei Comuni che sostituisca l’ormai soppressa provincia regionale di Messina. Taormina punta ad essere il comune capofila dei 52 centri compresi tra il comprensorio jonico e alcuni appartenenti all’hinterland etneo

Leave a Response