Roccalumera. La proclamazione di Argiroffi e la mappa del nuovo Consiglio

Ieri la proclamazione del neo sindaco di Roccalumera Getano Argiroffi e dei nuovi consiglieri che siederanno tra i banchi di maggioranza ed opposizione. Da oggi ufficialmente inizia la nuova avventura di Argiroffi che di certo non è nuovo tra le mura di palazzo municipale: già in passato è stato infatti per ben 10 anni alla guida della cittadina jonica. Il calore dei roccalumeresi è avvolgente: la proclamazione del neosindaco è avvenuta nell’aula consiliare gremita da sostenitori e dai dipendenti comunali. Argiroffi con 1058 voti, si è piazzato davanti l’uscente numero due dell’esecutivo Francesco Santisi ( che si è fermato a 949 preferenze) . Medaglia d bronzo per Carmelo Stracuzzi che ha ottenuto  600 consensi. Le liste a loro collegate (Credere in Roccalumera, Per Roccalumera e Patto generazionale) hanno riportato rispettivamente 1223, 1006 e 662 consensi. siederà nella poltrona più alta di palazzo municipale per i prossimi 5 anni. “Fondamentale è stato il support della mia squadra – ha detto Argiroffi – che ha anche ammesso: in un primo momento avevo deciso di non ricandidarmi, ma – ha aggiunto – mi è sembrato un dovere esserci”. Vediamo nel dettaglio la mappatura del nuovo civico consesso di Roccalumera:
I dieci esponenti di maggioranza eletti sono: Antonio Garufi Miriam Asmundo, Roberta Cassisi, Elio Cisca, Santa Coglitore, Sebastiano Foscolo, Benedetto Giordano, Marco Maccarrone, Simona Saccà e Tindara Saitta. Gli assessori designati sono Miriam Asmundo (la più votata con 288 preferenze) e Biagio Gugliotta (93). Argiroffi dovrà nominarne altri due ed assicura che “si attingerà dalla lista”. Ciò significa che, tra Giunta e Consiglio, rimarrebbe fuori un solo candidato “ma anche a lui – chiosa l sindaco – sarà trovato un ruolo”. In virtù degli accordi preelettorali, alla presidenza del Consiglio dovrebbe essere eletto Antonio Garufi (presidente uscente). Sugli scanni riservati alla minoranza andranno a sedere: Rita Corrini, Giuseppe Melita, Mariagrazia Saccà, Mauro Sparacino e Antonella Todaro.

Leave a Response