La protesta delle tv locali siciliane, appello a Crocetta

Stasera alle 20.15 in contemporanea su 100 tv locali siciliane andra’ in onda uno speciale di 12 minuti dedicato alla crisi che attraversa l’editoria siciliana, per sensibilizzare le istituzioni e in particolare il governo regionale ad approvare una norma per incentivare le imprese a investire in pubblicita’ televisiva attraverso il credito d’imposta.
L’associazione Les (Libere emittenti siciliane) chiede, inoltre, al governo di accelerare i tempi per l’approvazione di una legge per editoria in aiuto delle tv, delle radio, dei quotidiani regionali e sul web.
Negli scorsi giorni scorsi, intanto, una lettera aperta è stata recapitata al presidente della regione Crocetta, ma a tutt’oggi non ha avuto alcun riscontro. Il settore delle tv e delle radio in Sicilia da lavoro a più di 1000 persone tra giornalisti e tecnici audio video. Per voce del presidente dell’associazione Les, Sebi Roccaro, qualora la regione non dovesse dare risposte alla situazione di agonia in cui versa il mondo dell’editoria siciliana saremo costretti ad evitare qualsiasi ospitalità nei talk show, nei programmi di informazione e di approfondimento a personaggi della politica regionale e nazionale. “Non vogliamo arrivare ad una contrapposizione con la politica perché siamo sicuri – continua Roccaro – conoscendo il presidente Crocetta che vorrà ascoltare la voce delle innumerevoli aziende editoriali che sono in procinto di chiudere”.

Leave a Response