Giardini. Concluso il progetto “Il mito di Naxos” promosso dalla Pro loco

GIARDINI NAXOS – Hanno indossato i panni degli antichi progenitori greci catapultandosi nella storia passata tra i resti del Parco Archeologico di Naxos. I bambini della terza classe della scuola primaria di Pallio hanno partecipato alla prima edizione del progetto pilota “Il Mito di Naxos” promosso dalla Pro Loco di Giardini. L’iniziativa si propone di educare i giovani alla storia della cittadina jonica attraverso la realizzazione di laboratori didattici ed artistici sul tema della civiltà greca. L’ambizioso progetto, ideato dal Prof Giuseppe Carmeni e sviluppato in collaborazione con il Parco Archeologico di Naxos diretto dalla Dir. Dott.ssa Maria Costanza Lentini e con il coordinamento scientifico della Dott.ssa Maria Grazia Vanaria, ha accompagnato i piccoli studenti durante l’anno scolastico giunto ormai al termine. Il programma si è sviluppato in 4 laboratori in classe dei quali 2 di carattere storico e i restanti di carattere-ludico artistico ed è culminato con la visita al parco naxiota. Con entusiasmante curiosità gli alunni di Pallio  hanno conosciuto a fondo le tradizioni quotidiane dei greci avvicinandosi alla mitologia classica guidati dal prof. Carmeni, dalla Naxos Entertainment di Giovanni Bucolo, da Elisa Moschella e dall’archeologa Maria Grazia Vanaria. Il vivace interesse riscosso sia dai laboratori didattici che dalla visita finale promuove un messaggio che non può essere ignorato per il futuro: lo studio della nostra storia deve essere attivamente promosso poiché foriero di nuove e vivaci energie rivolte alla formazione dei cittadini del domani. “Speriamo di poter riproporre nel futuro il progetto ed estenderlo alle scuole di ogni ordine e grado coinvolgendo anche altre associazioni presenti nel territorio. – ha detto Carmen Lo Monaco, presidente della Pro loco giardinese –  “Il Mito di Naxos” – ha concluso – può, infatti rappresentare un’opportunità di sviluppo per il paese non solo dal punto di vista sociale senza dimenticare che può avere una valenza turistica”.

Leave a Response