Taormina. Da domani a sabato congresso nazionale dei Lions

TAORMINA – Quale futuro per i Club Lions italiani? Questo l’interrogativo attorno a cui ruoteranno i temi del 61° Congresso nazionale del Multidistretto 108 Italia dell’associazione internazionale di service, ospitato al Palacongressi di Taormina da domani al 26 maggio.
La cerimonia ufficiale di apertura si svolgerà alle 17, e vedrà l’intervento – di fronte a una platea di 1500 soci – di numerosi rappresentanti dei Distretti europei e delle massime autorità lioniste della penisola tra cui: il Former International President Pino Grimaldi, il presidente del Consiglio dei Governatori italiani Gabriele Sabatosanti Scarpelli, il Governatore del Distretto 108 Yb Sicilia nonché delegato al Congresso Antonio Pogliese, il presidente del Comitato organizzatore Rosario Pellegrino. Come da programma saranno presenti, inoltre, il sottosegretario alle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali Giuseppe Castiglione; il presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta; il presidente dell’Ars Giovanni Ardizzone; il sindaco di Catania Raffaele Stancanelli e il senatore Enzo Bianco.
Nella giornata di sabato il momento più significativo sarà la relazione del rettore dell’Università degli studi di Catania Giacomo Pignataro – alle 9.00 al Palacongressi – che interverrà su “Sussidiarietà e solidarietà: profili economici e sociali”, tema caro al Distretto Lions siciliano poiché ne ha ispirato le attività di servizio durante l’anno sociale in corso. A seguire – fino alla conclusione dei lavori in programma domenica mattina – avranno luogo sessioni parallele e plenarie per fare il punto sullo stato di avanzamento dei progetti di service, a livello italiano e internazionale, e per avanzare proposte di nuove azioni sociali.
«Non posso che essere orgoglioso della Sicilia come incantevole cornice del Congresso nazionale – ha affermato Pogliese, che guida il Distretto dell’isola – qui avremo modo di approfondire argomenti di notevole importanza sociale: il ruolo della borghesia, la partecipazione ai cittadini per la gestione della cosa pubblica, il governo del territorio, il valore dell’etica come riferimento per l’associazionismo e il rispetto della legalità. Sarà un meeting – ha concluso – destinato a diventare rilevante anche per le scelte associative da operare». La “tre giorni” infatti sarà l’occasione per votare ed eleggere il candidato a Direttore Internazionale 2013/2015 e per presentare i Governatori eletti e il presidente del Consiglio del Multidistretto per l’anno 2013/2014.

Leave a Response