Nizza di Sicilia. Gli alunni a scuola di ecosostenibilità

NIZZA DI SICILIA – Copertoni che diventano fioriere, bancali trasformate in panchine. In una sola parola: riciclo. E’ da qui che riparte la riqualificazione della piazzetta D’Alcontres. “Operai ” d’eccezione  sono stati i bambini della scuola elementare e dell’infanzia che hanno partecipato ieri mattina al laboratorio di progettazione partecipata. L’iniziativa, fortemente voluta dall’amministrazione comunale, prevede la piantumazione di oltre un centinaio di piante aromatiche, di alberi e rampicanti. Nell’ambito dello stesso progetto verranno realizzati gli arredi urbani con materiali riciclati. Le stravaganti e creative idee dei piccoli alunni sono state raccolte dagli esperti delle associazioni Ape (Aula Permanete di Ecologia) e O2 Italia e verranno adesso realizzate dai bambini con l’aiuto dei tecnici comunali. Gli studenti hanno esposto le loro eco-idee, tutte rigorosamente nel rispetto dell’ambiente. Il percorso di educazione ambientale ha una valenza sociale e mira a favorire la partecipazione e l’educazione alla sostenibilità.”I bambini ci hanno mostrato i loro disegni con delle idee realizzabili ed ecosostenibili” – ha spiegato Antonia Teatino, presidente dell’associazione O2Italia. ” I piccoli alunni – ha concluso – ci hanno spiegato come immaginano la loro piazza D’Alcontres: ricca di verde”.  L’obiettivo insomma è quello di fornire delle risposte eco-creative a problemi sociali ed ambientali. Proprio da qui riparte il restilyng di piazza D’Alcontres. Con la fantasia e l’ingegno dei bambini tutto diventa realizzabile, e così ecco che si realizzano orti in bottiglia e nidi per uccelli. Una scommessa per l’amministrazione del sindaco Di Tommaso, soddisfatto di “aver messo a disposizione dei piccoli uno spazio in cui possano dare sfogo alle loro idee”. Alunni, esperti e tecnici sono dunque al lavoro in vista del 27 maggio. In quella data è prevista la “consegna dei lavori”. La piazzetta verrà restituita, nel suo rinnovato stile “eco”, ai cittadini di Nizza di Sicilia.

Leave a Response