Taormina. Conclusa la I edizione del Congresso Internazionale di Urologia

TAORMINA – Si è conclusa in un noto albergo la Prima Edizione del Congresso Internazionale di Urologia dal titolo: “Hot topics in urology: please shoot the piano player”. Nel corso della tre giorni congressuale sono stati affrontati i temi più importanti e di scottante attualità inerenti l’ Urologia. Il cancro della prostata e del rene, in primis,   ma anche le terapie più innovative e gli interventi chirurgici più recenti come le procedure laparoscopiche e mininvasive.  L’importante appuntamento scientifico è stato presieduto e coordinato dal Prof. Carlo Magno, direttore dell’Unità Operativa Complessa di Urologia del Policlinico Universitario di Messina. Soddisfazione è stata espressa dal prof. Magno. “ Sono felice per l’ottimo risultato raggiunto in questi tre giorni in cui i massimi esponenti dell’Urologia Italiana e straniera si sono confrontati sugli argomenti che più interessano i nostri pazienti. In particolar modo le nuove tecniche chirurgiche e mininvasive, che assicurano, nel post operatorio, una qualità della vita superiore, oltre che dare una risposta concreta nella lotta alle patologie tumorali”. Ampio spazio è stato dedicato alla Crioterapia e alle sue applicazioni nel trattamento dei tumori della prostata e del rene. A breve questo tipo di trattamento sarà infatti disponibile presso l’Unità Operativa Complessa di Urologia del Policlinico Universitario diretta dal prof. Carlo Magno, dove già vengono eseguiti trattamenti mininvasivi in pazienti affetti da carcinoma della prostata e da ipertrofia prostatica. Le tre giornate di studio dono state animate da relatori e ospiti delle più prestigiose scuole urologiche nazionali ed internazionali. Tra gli illustri protagonisti del convegno il Prof. Vincenzo Mirone, segretario nazionale della Società Italiana Urologia e docente  presso l’Università Federico II° di Napoli; il  Prof. Paolo Fornara, Ordinario di Urologia presso l’università di Halle (Germania) il prof Mihai Lucan, docente di Urologia presso l’Ateneo di Cluy Napoca (Romania). L’evento è stato indirizzato ai medici specialisti in Urologia, radioterapia, oncologia, e medici di base. Circa 100 i partecipanti provenienti da tutta Italia. Obiettivo del Primo Congresso Internazionale di Urologia è stato  quello di stimolare un confronto vivace con i relatori, attraverso una vera e propria staffetta di quesiti. A tal proposito nell’ambito del congresso si è svolta la prima edizione degli Awards 2013 for the best questions, con la consegna dei premi per le domande più originali e pertinenti.

Leave a Response