Alì. Pastore arrestato per danneggiamento,violenza privata e lesioni

ALI’ SUPERIORE – I Carabinieri della Stazione Carabinieri di Alì Terme, al comando del maresciallo Salvatore Garufi, hanno tratto in arresto un pastore di Alì, già noto alle Forze dell’Ordine. Si tratta di Antonino Rasconà, 52 anni, residente ad Alì e ritenuto responsabile di violenza privata, danneggiamento, porto abusivo di arma da punta e taglio e lesioni personali. L’ordinanza di custodia cautelare è stata emessa dal Gip del Tribunale di Messina su richiesta della Procura della Repubblica. Le indagini  su Rasconà sono scattate oltre un anno addietro a seguito  di una serie di comportamenti intimidatori del pastore nei confronti di un 39enne del posto.  Stando a quanto emerso dalle indagini Rasconà, in più occasioni, avrebbe fatto pascolare gli animali di sua proprietà nel fondo della vittima. Nello stesso terreno il pastore avrebbe inoltre liberamente circolato con la sua moto – ape.  Rasconà, brandendo un’ascia, avrebbe inoltre colpito l’autovettura sulla quale viaggiava la vittima, rompendo il parabrezza e procurandogli un taglio alla mano. Il Gip del Tribunale di Mistretta ha così emesso un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti del pastore, disponendo fosse condotto presso il proprio domicilio, per permanervi in regime di arresti domiciliari a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Leave a Response