Fiumedinisi. Furto di cavi Enel, i carabinieri arrestano una donna 34enne

FIUMEDINISI – I carabinieri della stazione di Fiumedinisi hanno arrestato una 34enne del luogo, Emanuela Alberto, originaria di Messina, ritenuta responsabile di furto aggravato. I militari della pattuglia dell’Arma, che hanno agito al comando del  maresciallo Valerio Faranda, nel corso di un controllo effettuato in località Volpone del comune di Nizza di Sicilia, hanno notato un’autovettura ferma sul ciglio della strada senza alcun occupante. A quel punto, i carabinieri, insospettiti, dopo un accurato sopralluogo della zona, sorprendevano la giovane donna nascosta, al buio, nel greto del torrente, in possesso di circa 76 metri di materiale elettrico di rameo. Nel corso di successive verifiche, i carabinieri hanno accertato che i fili di rame erano rubati in una casetta  rurale di contrada Santa Barbara del comune di Fiumedinisi e di proprietà dell’Enel. La refurtiva interamente recuperata è stata sottoposta a sequestro. L’arrestata ieri è stata giudicata a Messina col rito direttissimo ed ha beneficiato degli arresti domiciliari in attesa del processo che è stato fissato la prossima settimana.

 

Leave a Response