Taormina. Villa Regina, il comune intraprende un’azione legale contro l’Asp

TAORMINA – Oltre il lodo Impregilo, il Comune di Taormina da anni deve vedersela con un altro contenzioso di cui ancora non si intravede la fine. Stiamo parlando della vicenda che riguarda “Villa Regina” sulla quale ci sono degli sviluppi: Palazzo dei Giurati ha avviato un’azione legale nei confronti dell’Asp 5 per tentare di recuperare le somme versate all’associazione che gestiva la casa di riposo a titolo di integrazione retta quota sanitaria. Secondo l’ente locale, l’azienda sanitaria provinciale avrebbe dovuto rimborsare le somme che erano state anticipate. Si sono rivelati vani i tentativi di dialogo tra l’asp e il comune taorminese per raggiungere un’intesa sull’importante questione. Da qui la decisione da parte di Palazzo municipale di intraprendere un’azione legale. La giunta ha incaricato l’avv. Salvatore Gentile di procedere presso il tribunale di  Messina. Questo però rappresenta solo l’ultimo atto di un contenzioso che si trascina da anni. Già nell’agosto 2011 era stato notificato all’Asp un atto extragiudiziale. Nel documento Palazzo dei Giurati invitava l’azienda sanitaria a chiarire la propria posizione diffidandola ad attivarsi. La Perla nel provvedimento lamentava un ingiustificato e illegittimo aggravio alle casse comunali. Palazzo municipale invitava l’asp a porre in essere ogni azione mirata al rimborso delle somme anticipate dall’ente locale, pari a 560mmila euro.  Palazzo dei Giurati sta tentando dunque di recuperare quasi 600 mila euro che anche se non serviranno a porre rimedio alla disastrosa situazione finanziaria del comune, servirebbero comunque ad alleviare le sofferenze delle doloranti casse comunali.

Leave a Response