Taormina. Riqualificazione del “Castello a mare”, c’è l’ok del Consiglio

TAORMINA – “Castello a Mare” verrà riqualificato. E’ questo il dato emerso nell’ultima seduta di consiglio comune di Taormina che è stata interamente dedicata al comparto di via Pirandello. Il civico consesso ha approvato il progetto di riqualificazione del “Castello a mare” da tempo abbandonato. La società proprietaria dell’immobile, realizzerà un albergo cinque stelle. L’elaborato che ha ricevuto l’ok dall’assemblea consiliare prevede il “completamento edificatorio per una struttura turistico ricettiva”. Le condizioni di degrado in cui il comparto versa ormai da anni sono state al centro di numerosi consigli comunali, ma adesso sembra essere arrivata la svolta. Il via libera al recupero del castello a mare, che rappresenta uno dei gioielli della città del centauro, ha creato accese discussioni durante l’ultima seduta di consiglio: tanti i membri del civico consesso che hanno votato contro la riqualificazione della struttura, contestando la scelta ed esprimendo forti preoccupazioni sulla questione dell’impatto ambientale ed il rispetto dell’indice di edificabilità in via Pirandello, con chiaro riferimento  a i recenti fatti di Villa “Mon Repos”. Altri consiglieri invece non si sono espressi sulla questione castello a mare, alcuni non hanno partecipato alla seduta altri si sono astenuti nel corso della votazione. Il progetto è stato, dunque, votato favorevolmente da 6 consiglieri (Pina Raneri, Andrea Carpita, Lino Ardito, Agostino Di Pietro, Antonino Lo Monaco, Loris Turiano); 3 i voti contrari (Antonio Lo Monaco, Eugenio Raneri, Jonathan Sferra) e 3 gli astenuti (Sergio Cavallaro, Antonio D’Aveni, Fiero Messina). Contestualmente il Consiglio ha votato anche l’immediata esecutività alla delibera e dunque i ruderi del vecchio hotel verranno a breve riqualificati.

Leave a Response