Riforma delle Province, il consigliere Muscarello: “Sbagliato abolirle”

MESSINA – La riforma della Province, attualmente sotto esame alla Commissione affari istituzionali dell’Ars, tiene banco anche negli ambienti politici locali. Sull’argomento è intervenuto con una nota il consigliere provinciale Nino Muscarello che si è detto favorevole ad una riforma seria che riduca i costi e gli sprechi. Secondo Muscarello, l’abolizione delle Province non comporterebbe un grande risparmio per la spesa pubblica. “Basta leggere con attenzione i bilanci e gli studi autorevoli in materia per capire che le spese istituzionali – spiega – incidono in maniera minima sul costo generale degli enti provinciali e che d’altra parte, invece, una loro soppressione, con relativo trasferimento del personale e delle funzioni all’amministrazione regionale, comporterebbe un aumento dei costi ed un caos istituzionale incontrollabile”. Secondo Muscarello, invece, basterebbe “eliminare organismi ed enti funzionali decentrati che esercitano funzioni a livello provinciale o territoriale, affidandone i compiti alle Province provvedendo al trasferimento delle funzioni svolte attualmente in Sicilia da numerosi enti, come ad esempio Ato, consorzi di bonifica, enti parco regionali, enti regionali di protezione ambientale, l’Istituto autonomo case popolari, etc.”. Muscarello auspica, infine, la riduzione del numero dei consiglieri e dei componenti la giunta.

Leave a Response