Scaletta Zanclea. Il Comune ad un passo dal dissesto economico

SCALETTA. Si è materializzato lo spettro del dissesto economico per il Comune di Scaletta Zanclea. Ieri sera il Consiglio comunale ha respinto all’unanimità la proposta di revoca dell’adesione al piano di riequilibrio finanziario approvata lo scorso dicembre. Il piano avrebbe consentito di spalmare in dieci anni il debito accumulato dall’ente pubblico, che secondo una sommaria verifica ammonterebbe ad oltre 5milioni di euro, situazione non lontana da quella di altri comuni del comprensorio. L’Amministrazione scalettese ha avuto 60 giorni di tempo per predisporre il piano di riequilibrio pluriennale ma a pochi giorni dalla scadenza dei termini ha alzato bandiera bianca, portando in aula la proposta di revoca della delibera di adesione. Il piano infatti non sarebbe stato predisposto per alcune problematiche interpretative nelle procedure da seguire. La sua mancata approvazione entro il termine perentorio previsto dalla legge sarà adesso comunicato alla Corte dei Conti. Di fatto, secondo il consigliere di minoranza Gabriele Avigliani, è un passaggio che segna l’avvio delle procedure che porteranno alla dichiarazione dello stato di dissesto per il comune. Avigliani, ospitedella trasmissione Jonio Magazine, in onda questa sera alle ore 21 su Tele90, ha anticipato quelle che saranno le conseguenze per la comunità, come l’aumento esponenziale delle tasse e la mobilità per alcuni dipendenti comunali. E’ stata anche l’occasione per fare il punto sulla situazione politica scalettese a pochi mesi dal rinnovo delle cariche amministrative. Avigliani ha annunciato il nome di Gianfranco Moschella, ex revisore dei conti di Scaletta, come possibile candidato a sindaco. Jonio Magazine sarà replicato alle 23.30 di oggi e domani alle 13.50.

Leave a Response