Unione dei Comuni delle Valli Joniche, de profundis di De Luca

S. TERESA DI RIVA. Da quando si è insediato sulla poltrona più ambita del palazzo municipale di S. Teresa di Riva, il sindaco Cateno De Luca non ha mai partecipato ad alcuna riunione dell’Unione dei Comuni delle Valli Joniche dei peloritani, pur essendo stato nominato assessore dell’ente. A distanza di otto mesi, il primo cittadino ha rotto gli indugi con una serie di dichiarazioni che pesano come un macigno. De Luca mette in dubbio l’utilità dell’Unione così come sino ad ora concepita. “L’Unione? – esordisce – neanche mi sono accorto che c’è. Sinora all’ordine del giorno dei lavori non ho visto un solo argomento interessante”. Qualcuno, nei mesi scorsi, aveva parlato di una contesa per la vicepresidenza dell’Ente che abbraccia 12 Comuni dell’hinterland jonico che avrebbe visto protagonista lo stesso De Luca. “Non sono in competizione – taglia corto il diretto interessato – perché questa carica proprio non mi interessa. La verità – prosegue – è che non mi sta bene avallare una Unione solo per tenerne in piedi il suo apparato burocratico. Cosa è stato fatto finora?”, si chiede il sindaco di S. Teresa, mettendo sul tappeto una serie di interventi che si sarebbero potuti realizzare per andare incontro alle esigenze dei cittadini, con servizi sovra comunali. “Abbiamo una serie di richieste – sottolinea De Luca – da parte di genitori disabili per il trasporto dei loro figli a Nizza, dove sorge la Cittadella della speranza: si poteva fornire, in questa direzione, un utile servizio sovra comunale. Si è tanto parlato negli ultimi anni di un unico calendario di manifestazioni estive o natalizie, per fare un altro esempio, ma alla fine non si è fatto nulla. E potremmo parlare di tante altre questioni. A cosa serve – si chiede De Luca – tenere in piedi questa struttura?”. Dichiarazioni destinate a sollevare reazioni e interrogativi sul futuro dell’Ente. Anche perché S. Teresa è il centro più importante, con i suoi quasi 10mila abitanti, dell’Unione.

Leave a Response