Antillo. Arrestati dai carabinieri quattro ladri d’auto, uno è di Letojanni

ANTILLO –  La scorsa notte i carabinieri di Antillo, coordinati dalla Compagnia di Taormina, hanno tratto in arresto per furto aggravato in concorso Agatino Tabuso, 50 anni, nato a Castroreale Terme, Maurizio Tropea, 52 anni, originario di Giarre, entrambi residenti a Mascali, Filippo Vincenzo Giannino , 51 anni, di Mongiuffi Melia, e Sebastiano Zuccarà, 32 anni, residente a Letojanni Per l’arresto dei quattro si è rivelata determinante una telefonata di alcuni cittadini di Antillo che verso le 3 della notte avevano segnalato la presenza di una autovettura che aveva destato qualche sospetto. Prontamente, i militari dell’Arma di Antillo effettuavano un controllo del centro abitato per verificare quanto segnalato. Dopo una breve ricerca i carabinieri rinvenivano abbandonato, nel centro abitato di Antillo, un piccolo fuoristrada che era stato poco prima rubato ad un antillese. I carabinieri, che si erano già posti sulle tracce degli autori del furto ed avevano già chiuso ogni via di fuga, riuscivano a bloccare ad un posto di controllo i quattro ladri i quali vistisi scoperti, avevano abbandonato l’auto rubata a qualche chilometro di distanza dal luogo del furto, e si erano dati alla fuga sull’autovettura con cui erano giunti ad Antillo. Sull’autovettura usata per la fuga, a seguito di perquisizione, i carabinieri rinvenivano numerosi utensili da lavoro, presumibilmente utilizzati per rubare il fuoristrada. I quattro arrestati, su disposizione dell’Ag., sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza delle stazioni carabinieri di Taormina, Giardini Naxos e S. Teresa di Riva in attesa di essere giudicati con il rito direttissimo. Nella giornata odierna  nel corso dell’udienza tenutasi con rito direttissimo, il giudice, dopo aver convalidato l’arresto, disponeva per Agatino Tabuso la custodia cautelare in carcere, per  Maurizio Tropea la detenzione domiciliare, mentre per  Filippo Giannino Vincenzo e Sebastiano Zaccarà l’obbligo di dimora presso i comuni di residenza.

Leave a Response