Droga, due minorenni di Furci e Forza d’Agrò arrestati dai carabinieri

SANTA TERESA DI RIVA – Due minorenni, uno di Furci Siculo l’altro di Forza D’Agrò, sono stati arrestati dai carabinieri per possesso di sostanze stupefacenti. Mercoledi pomeriggio, i militari della stazione carabinieri di Santa Teresa di Riva, al comando del maresciallo Maurizio La Monica, hanno arrestato e denunciato all’autorità giudiziaria un diciassettenne incensurato originario di Furci trovato in possesso si 18 grammi di marijuana. In particolare, i militari dell’Arma, mentre transitavano in una via del centro abitato, hanno notato il giovane,che alla vista della pattuglia ha subito mostrato un particolare stato di disagio. Immediatamente, pertanto, il giovane è stato bloccato e sottoposto ad un controllo di polizia. Nel corso della perquisizione personale, i carabinieri hanno rinvenuto tra gli indumenti del giovane circa 9 grammi di sostanza stupefacente del tipo “marijuana”, già suddivisa in 10 dosi, nonché, occultati nella tasca interna del giubbotto, in unico involucro, ulteriori 9 grammi della medesima sostanza stupefacente. Tutta la droga è stata sottoposta a sequestro ed è stata trasmessa ai laboratori del Ris Carabinieri di Messina per le successive analisi di laboratorio. L’altro arresto è avvenuto a Santa Teresa di Riva, ieri mattina davanti alla sede dei due licei, sul lungomare, dove un ragazzo di 15 anni originario di Forza D’Agrò, è stato trovato in possesso di alcune dosi di sostanza stupefacente pronti allo spaccio. Successivamente presso l’ abitazione di congiunti in Mortilla (Savoca) i carabinieri di Sant’Alessio Siculo, al comando del luogotenente Vito Calì, hanno rinvenuto, nel corso di una perquisizione, in un locale nella disponibilità del giovane circa 70 grammi di marijuana, anche questa confezionata in dosi. Su disposizione del magistrato di turno presso la Procura della Repubblica presso il tribunale per i minorenni di Messina, i due minorenni sono stati accompagnati presso il centro di prima accoglienza del capoluogo peloritano, dove permarranno a disposizione dell’autorità giudiziaria. Sono stati denunciati per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. In questi giorni i carabinieri della compagnia di Taormina, al comando del cap. Francesco Filippo, in collaborazione con i colleghi delle stazioni dei centri jonici stanno svolgendo una capillare attività di monitoraggio, al fine di garantire sempre maggiori standard di sicurezza per i cittadini dimoranti nei comuni della fascia costiera ricadenti nel territorio di competenza.

 

Leave a Response