S. Alessio. Il sottopasso non rispetterebbe il progetto. Incontro Anas-Rfi

S. ALESSIO SICULO – Si attende il contraddittorio, che si dovrebbe tenere a giorni,  tra Rfi e Anas per conoscere il futuro del sottopasso e  quindi di S.Alessio e di un intero comprensorio. L’ oggetto del contendere tra i due enti riguarda la realizzazione dell´impianto stradale nella zona di curvatura che , secondo Anas dopo un primo rilievo da confermare con strumenti appositi, non rispetterebbe il progetto.  Quindi sará da controllare scrupolosamente la conformitá  dell´opera realizzata con quella approvata in sede di progettazione. Questo  quanto é stato comunicato al consiglio comunale riunito in seduta urgente dai tecnici presenti alla seduta e a cui hanno partecipato sindaci della valle d-Agró e del comprensorio da Taormina, Castelmola, Gallodoro, Mongiuffi, Pagliara, Furci. Intanto la data di consegna dei lavori prevista dal contratto tra Rfi e la ditta appaltatrice é il 16 novembre e i tempi quindi adesso sono davvero stretti. Il consiglio comunale da parte sua,  dopo aver chiesto delucidazioni tecniche e ascoltato la relazione del sindaco Rosanna Fichera su proposta della maggioranza ha votato, ma l´opposizione si é sorprendentemente astenuta per dichiarazione di voto, un atto di indirizzo a sostegno di tutte le azioni  che i cittadini vorranno affrontare, in quanto operatori commerciali ed economici, facendosi portavoce  istituzionale  in tutte le sedi opportune a tutela del proprio territorio e della propria cittadinanza.

Leave a Response