Savoca. Minoranza sul piede di guerra: “non rispettato il regolamento”

SAVOCA – Ha lasciato una scia di polemiche l’ultimo consiglio comunale nel piccolo centro collinare. L’assemblea cittadina, che è stata convocata in seduta urgente dal presidente Carmelo Crisafulli, prevedeva 7 punti all’ordine del giorno, le variazioni alò bilancio, tra cui la gestione della rete idrica comunale, il servizio di scuolabus per gli alunni della scuola dell’obbligo e l’istallazione di defibrillatori automatici estreni per gli impianti sportivi. Questi ultimi due presentati dal gruppo d’opposizione “Savoca democratica”. La diatriba nasce in realtà qualche giorno prima del civico consesso. Quando i consiglieri d’opposizione Stracuzzi, Savoca, Pantò e Luchino hanno chiesto di poter visionare i documenti a supporto dei punti che sarebbero stati discussi e relativi pareri. Gli incartamenti al riguardo – secondo Savoca democratica – “erano carenti”. NEL TG90 DI OGGI I DETTAGLI DELLA SEDUTA E LE INTERVISTE AL CONSIGLIERE DI MINORANZA ROBERTA SAVOCA E AL CAPOGRUPPO MASSIMO STRACUZZI

Leave a Response