Nizza. Il quartiere Casapinta ancora al centro del dibattito politico

NIZZA DI SICILIA – Lo era stato nella recente tornata elettorale delle amministrative e continua  ad essere un ”caso” l’argomento Casapinta,  il quartiere alla periferia nord del centro abitato, che negli ultimi anni, nonostante abbia registrato un notevole sviluppo edilizio e abitativo è carente però per quanto riguarda la viabilità.  A condividere e mettere in risalto le giuste rimostranze degli abitanti di quella zona sono ancora una volta i consiglieri di minoranza ”Cambia Nizza” Carmelo Campailla,  Antonietta Cintorrino,  Giacomo D’Arrigo, Francesco Briguglio e  Alessia  Coledi con  un’interrogazione al sindaco  Giuseppe  Di Tommaso e indirizzata pure al presidente del Consiglio Carmelo Rasconà e al capogruppo di maggioranza Alessandro  Interdonato.  In  premessa la  minoranza  evidenzia che nonostante ”il quartiere Casapinta ormai rappresenta una delle zone con alto indice di densità di popolazione del nostro Comune, ad  oggi esiste  un’unica  strada di accesso al quartiere e  comunque, tale arteria è inadeguata per supportare il traffico veicolare ”. Nell’interrogazione,  la minoranza ricorda inoltre la carenza di parcheggi e  l’inesistenza di una strada alternativa a quella di accesso”. Una situazione insostenibile – incalza la  minoranza – per i residenti ma anche per chi deve raggiungere  il  quartiere per altri motivi”. Poi Campailla, Cintorrino, D’Arrigo, Briguglio e Coledi, fanno la  storia delle buone intenzioni dell’amministrazione comunale per risolvere  il  problema viabilità di cui si  parla da oltre 15 anni.  ”L’iter progettuale di una strada alternativa per Casapinta è iniziato nel 1999  e nel corso di questi anni il  progetto è stato più volte  modificato  provocando ritardi e  aumento di spese di  progettazione dovute ad incarichi a professionisti esterni, pagati dal Comune – sostiene l’opposizione  – ricorrendo a  mutui. Nel 2010, ottenuti i nullaosta e pareri, è stato inviato il progetto agli organi competenti ma al momento non si ha nessuna certezza sulla realizzazione dell’opera. Da aggiungere che nel  frattempo l’attuale amministrazione ha provveduto a redigere  una variante allo strumento urbanistico per individuare nel quartiere Casapinta  un’area edificabile turistico-residenziale di circa 40.000  metri quadrati ma  la viabilità prevista è rimasta pressappoco identica a quella esistente”. Lo schieramento di  minoranza ”Cambia  Nizza” invita  l’amministrazione Di Tommaso a  ”relazionare sullo stato dell’iter progettuale  della  strada per Casapinta e quali  siano le reali possibilità di  realizzazione” e che nel contempo  quantifichi i costi ”fino ad oggi  sostenuti per l’iter progettuale”. Infine l’opposizione chiede al primo cittadino  quali provvedimenti ”intenda adottare per definire i problemi connessi alla viabilità  destinati  ad aggravarsi con l’ulteriore prevista variante al Prg”. I firmatari dell’interrogazione chiedono risposta scritta e l’inserimento dell’argomento nell’odg del prossimo  consiglio comunale. 

Leave a Response