Fiumedinisi. La minoranza incalza il sindaco, presentate interrogazioni

FIUMEDINISI – Finite le vacanze,  il  gruppo consiliare  d’opposizione si mette  al lavoro e lo fa con una  serie di interrogazioni indirizzate al sindaco, avv. Alessandro Rasconà, al presidente del Consiglio e assessori, ciascuno per la parte  di propria competenza. I consiglieri di minoranza, Luigi Caminiti, Francesco Repici, Orazio De Francesco e Domenico Papale, mettono in evidenza interessanti questioni sulle quali chiedono risposta scritta. Attenzionato il decoro dell’arredo urbano del centro storico che, sostengono gli interregonati, da tempo sono ”prive della dovuta valorizzazione, abbandonate a se stesse. La sporcizia    presente per le stradine del paese, nelle piazze principali, adiacenti al monumento dei Caduti e nel Cimitero comunale, denota la scarsa cura con cui codesta Amministrazione comunale sta affrontando una questione rilevante dal punto di vista non solo decorativo ma anche sanitario. La situazione è aggravata, tra l’altro – rimarcano  i consiglieri di minoranza  – dalla ormai insostenibile presenza di insetti e topi che sembrano resistere, evidentemente, ad una non efficace azione di disinfestazione e derattizzazione.
Altre richieste dell’opposizione riguardano l’elenco degli incarichi tecnici e  dei nominativi degli esperti che hanno prestato la loro opera  per il Comune con l’indicazione dell’importo dei relativi pagamenti e di quelli legali nel periodo 2003-2012.  Poi  il gruppo di minoranza si sofferma sulle condizioni della Palestra comunale che ”versa in uno stato di degrado e  non si ha conoscenza se la struttura sia a norma in materia di sicurezza e sotto il profilo igienico sanitario e che non viene applicato un regolamento per l’utilizzo e l’eventuale gestione delle attività sportive e ludico – ricreative
A riguardo – si legge ancora nell’interrogazione – con la presente si fa richiesta di convocazione del consiglio comunale con all’ odg: attuale destinazione d’uso della Palestra comunale con relativa regolamentazione sull’utilizzo e la gestione”. Poi i consiglieri di minoranza Caminiti, Repici, De Francesco e Papale, affrontano l’argomento dei lavori della scuola  media di piazza S.  Francesco:  ”Considerato l’evidente ritardo dei lavori riguardanti la sistemazione dell’edificio scolastico – scrivono  i quattro consiglieri – non sembra giustificato, in quanto sono passati diversi anni dall’inizio degli interventi e che gli alunni che hanno frequentato la scuola media, presso i locali polifunzionali di piazza Matrice si sono trovati a svolgere le lezioni in locali che poco avevano a che vedere con un impianto scolastico”. E  su questo problema l’opposizione chiede all’amministrazione comunale un  aggiornamento della situazione del cantiere di lavoro relativo alla scuola e chiedono inoltre di indicare la futura destinazione, visto e considerato che l’edificio è stato donato dalla famiglia Fleres ai ”figli dei fiumedinisani per attività scolastica di scuola media inferiore”. Al sindaco è stata chiesta  inoltre la  copia dell’atto di donazione. Infine, il  gruppo di minoranza si  sofferma sui locali Polifunzionali, ormai adibiti a sede del Municipio per cui la Biblioteca comunale  “Mario La Rosa” non ha ufficialmente una nuova collocazione  e che non si ”conosce lo stato di conservazione dei numerosi antichi e importanti libri delle Biblioteche e reperti di cui non si ha  traccia a seguito dei lavori di ristrutturazione dei locali polifunzionali”.

Leave a Response