Castelmola. ”Il torrente S. Venera, una catastrofe annunciata”

CASTELMOLA – “Il torrente S.Venera è una bomba ecologica e vanno studiati interventi urgenti necessari a tutto il comprensorio”. Il grido d’allarme è stato lanciato dal sindaco di Castelmola, Orlando Russo, che ha posto le basi per un interessante convegno che dovrà affrontare le condizioni in cui si trova il percorso d’acqua che investe l’area, non solo della cittadina molese, ma anche di Giardini e Taormina. “Abbiamo necessità di interventi urgenti – ha detto Russo – anche per affrontare l’inverno e per questo motivo è stato indetto un incontro che dovrà sensibilizzare gli organi competenti ad iniziative concrete”. Lunedì (1 ottobre) alle ore 18, nella sala auditorium  di piazza S.Antonio,  si svolgerà, appunto, la tavola rotonda dal titolo: “Una catastrofe annunziata: il torrente S.Venera”. L’iniziativa è stata realizzata in collaborazione con l’associazione “Umanesimo e solidarietà” di Messina, presieduta da Giuseppe Pracanica ed avrà il patrocinio di vari Enti. I lavori dell’incontro prevedono numerosi interventi. Oltre al saluto di Russo e Pracanica, è annunciata la partecipazione del prefetto di Messina, Francesco Alecci, del presidente della provincia regionale, Gianni Ricevuto e dell’ingegnere capo del Genio Civile, Gaetano Sciacca. Sono in programma, inoltre, le relazioni del responsabile dell’Utc di Castelmola, Giorgio Gullotta, dell’assessore ai Lavori Pubblici di Taormina, Marcello Muscolino e dell’omologo di Castelmola, Angelo D’Agostino. Tra gli interventi preordinati vi sono quelli dell’ingegnere Michele Maugeri, ordinario di Geotecnica della facoltà di Ingegneria civile dell’Università di Catania, di Antonella Gullotta, presidente del comitato “Amici delle contrade” di Castelmola,  Nello Lo Turco, sindaco di Giardini Naxos e Mauro Passalacqua, sindaco di Taormina.

Leave a Response