Taormina. Turismo, previsioni rosee per settembre. E la bassa stagione?

TAORMINA – La crisi economica che sta attraversando l’Italia intera sembra non aver colpito il turismo a Taormina dove i dati che Confindustria Alberghi ha fornito fino a questo momento sono positivi anche rispetto al 2011. Anche se non tutti gli albergatori sono concordi.  Passato ormai il clou della bella stagione anche il mese di settembre sembra promettere bene in quanto a presenze negli hotel della Perla. Ne è certo l’assessore al turismo e presidente degli albergatori Italo Mennella: “Abbiamo prenotazioni – ha detto – soprattutto per quanto riguarda le strutture ricettive a quattro e cinque stelle”. “Ma i numeri di Taormina – ha aggiunto l’assessore – devono essere analizzati a fine stagione”. Molti i turisti, italiani e stranieri, che alle convulse e calde giornate di piena estate preferiscono il tranquillo e sicuramente meno tropicale mese di settembre per rilassarsi un pò. Tra poco dunque la stagione estiva verrà archiviata, ma Taormina da capitale del turismo siciliano non può e non deve accontentarsi di soli 4 mesi di alta stagione. E per il resto dell’anno? Cosa fare per destagionalizzare il turismo nella Perla? Uno dei tasselli che ha impedito anche il decollo del festival del cinema 2012 è stata la mancata programmazione della kermesse. Solo una settimana prima dell’inizio della manifestazione è stato reso noto il cartellone. Impensabile per una cittadina turistica. Impossibile in tempi così stretti creare dei pacchetti convenienti , di concerto con alberghi e tour operator che potessero attirare turisti nella città del Centauro. Da tempo si parla inoltre di una stagione invernale di spettacoli, quest’anno si era pensato anche ad una TaorminArte che poteva protrarsi fino all’epifania. Ma di concreto nulla. C’è poi il Palacongressi che rappresenta una risorsa e che con la sua sala da 800 posti potrebbe rappresentare una soluzione per manifestazioni, eventi e spettacoli durante le stagioni più fredde. E’ questo che potrebbe davvero fare la differenza e rilanciare una volta per tutte la Città del Centauro anche in bassa stagione.

Leave a Response