Scaletta. Petizione per riaprire i vicoli di accesso alla spiaggia

SCALETTA – “In tre giorni ho raccolto oltre 400 firme, anzi per l’esattezza 431 che a Scaletta sono tantissime. Le ho portate al sindaco ma non ho avuto nessuna risposta”. Gloria Cremente, giovane esponente di Sel, ha le idee chiare sull’ordinanza sindacale con cui è stata disposta la chiusura al transito veicolare dei vicoli di accesso alla spiaggia: vico Grande, vico Chiesa, via Pescatori e vico Fontana. Tutti trasformati in isola pedonale dal 25 luglio al 31 agosto. Così come era stato fatto lo scorso anno. Adesso, 431 persone chiedono al sindaco che l’ordinanza venga revocata, soprattutto perché quei divieti hanno “cancellato” una trentina di posti auto. “Un’iniziativa senza colori politici – ha precisato la promotrice – messa in piedi da semplice cittadina”. “Il divieto di sosta – si legge nella petizione – dovrebbe essere limitato soltanto nel tratto sotto i ponti, mentre la chiusura dei vicoli dovrebbe essere effettuata solo in occasione di iniziative ricreative, che siano realmente fulcro di aggregazione”. Contestata anche la motivazione che ha portato alla firma dell’ordinanza.  “Non si comprende – ha spiegato Gloria Cremente – come mai la finalità della chiusura sia quella “di favorire il deflusso delle eventuali acque piovane a salvaguardia della pubblica incolumità” quando l’ordinanza è riferita ad un arco di tempo in cui il clima non prevede piogge abbondanti”.

Leave a Response