Roccalumera. E’ scontro Miasi – Lombardo sulla potabilità dell’acqua

ROCCALUMERA – E’ polemica sul risultato delle analisi sulla potabilità dell’acqua. Il consigliere provinciale Pippo Lombardo punta il dito contro l’amministrazione comunale, rea, di non aver avvertito i cittadini in merito al risultato delle prime analisi(effettuate il 6 luglio scorso) che rilevavano la presenza nell’acqua di un batterio ( la pseudomonas aeruginosa)  il cui valore si attestava a 70 rispetto ad un parametro 0 previsto dalla normativa. La legge, riguarda però solo le acque messe in vendita in bottiglie o contenitori. La biologa Morabito, che si è occupata dei controlli, aveva comunque consigliato la sanificazione. Va precisato però che stando alle seconde analisi effettuate sul prezioso liquido il 18 luglio, del batterio non c’è più traccia essendo  tornato a valore 0. Ma secondo Lombardo la pseudomonas aeruginosa  sarebbe dannoso alle mucose dunque i cittadini dovevano essere comunque avvertiti. Il consigliere provinciale contesta inoltre il processo di potabilizzazione che “deve essere eseguito con i raggi uv, per tutte le acque captate dai pozzi. Il cloro – secondo l’esponente di sicilia vera – non è sufficiente”. Di tutt’altro avviso è invece il sindaco Miasi che ha tranquillizzato i suoi concittadini sulla qualità dell’acqua. Nessun pericolo dunque per i roccalumeresi anche perché – ha sottolieneato Miasi- “l’acqua dopo le prime analisi non è stata immessa nella rete idrica, abbiamo prima effettuato la sanificazione”. Il primo cittadino ha inoltre assicurato che le condizioni del prezioso liquido saranno monitorate ogni 20 giorni con analisi specifiche. Per la potabilizzazione dell’acqua Miasi è d’accordo con Lombardo.  
NEL TG90 DI OGGI, 9 AGOSTO, LE INTERVISTE CON LOMBARDO E LA REPLICA DI MIASI

Leave a Response