Letojanni. Morto il motociclista Gaetano Schillaci. Lascia una figlia

LETOJANNI – Non ce l’ha fatta Gaetano Schillaci, il motociclista coinvolto nell’incidente verificatosi giovedì scorso nella frazione taorminese di Mazzeo. Il suo cuore ha smesso di battere alle tre di ieri notte. Le condizioni del 36enne dopo essersi scontrato con un suv, erano apparse subito gravi a causa di varie fratture e lesioni agli organi interni. Dopo un complesso intervento chirurgico a cui è stato sottoposto, le condizioni di Gaetano sono peggiorate. Poi il decesso nel cuore della notte. Lo strazio dei familiari. L’ingiustizia di una sorte beffarda che se l’è portato via nel fiore dei suoi anni. Un destino crudele che ha strappato ad una bambina il suo papà per sempre. Schillaci infatti aveva una figlia e dopo la fine del suo matrimonio si era trasferito definitivamente da Catania  a Letojanni dove aveva vissuto gran parte della sua breve vita. Abitava in un complesso residenziale di via Monte Bianco ed era un operaio. Sul corpo del giovane verrà eseguita nei prossimi giorni l’autopsia che servirà a chiarire le cause dell’incidente. Qualche testimone ha raccontato che la Yamaha di Schillaci si è improvvisamente inclinata, come se il 36enne avesse accusato un malore. Lo scontro è avvenuto verso le 18 nella frazione taorminese di Mazzeo, sulla Statale 114. Al momento del fatale incidente Schillaci procedeva in direzione Messina-Catania a bordo di una Yamaha di grossa cilindrata. Lasciata Letojanni e passato oltre il passaggio a livello, in prossimità di una semicurva, sembra che la moto si sia spostata verso la corsia opposta, finendo per scontrarsi con una Renault Koleos che transitava in senso inverso. Alla guida dell’auto si trovava G. G., i cui tentativi di frenare per evitare l’impatto si sono, sfortunatamente, rivelati vani.

 

Leave a Response