Furci, parcheggi a pagamento in centro rinviati a luglio

FURCI. L’entrata in vigore, in un primo momento annunciata per ieri, è slittata al primo luglio. Il rinvio è stato dettato da motivi tecnici, legati alla realizzazione della segnaletica, orizzontale e verticale. La delibera è pronta, ma la ditta ha chiesto qualche giorno di tempo. Bisognerà così attendere un paio di settimane. Intanto la Giunta municipale ha fissato in via definitiva le tariffe per i parcheggi. I non residenti hanno due opzioni: il campo di calcio o le strisce blu. Lasciare l’auto all’impianto sportivo costerà 30 euro al mese; sostare negli stalli lungo le vie del centro, invece, 70 euro. I residenti potranno parcheggiare ovunque (tranne sulla centrale via IV Novembre, per tutti a pagamento), ma dovranno munirsi di pass, che costerà cinque euro al mese. Per qualche cittadino il pass andava pagato una sola volta “altrimenti – viene sottolineato – si tratta di una sorta di mini abbonamento per residenti”. Il piano rimarrà in vigore sino a settembre. Sul lungomare, secondo quanto stabilito dall’amministrazione, da una parte (il lato adiacente la pista ciclabile) potranno parcheggiare l’auto solo  i residenti, dall’altra sarà istituito il disco orario. Ciò dovrebbe consentire di limitare i disagi ai furcesi che abitano nella zona collinare  che si recano a mare, spesso costretti a fare marcia indietro perché non riescono a trovare un parcheggio. Definiti gli ultimi dettagli e realizzata la segnaletica, il piano parcheggi potrà decollare. “Il provvedimento – specifica il sindaco, Bruno Parisi – è stato pensato di concerto con il coordinatore dei vigili urbani, Rosa Ceccio, esclusivamente nell’interesse della collettività, in modo da rendere l’estate più serena ai furcesi. Che, canonicamente, sono attanagliati dalla confusione legata all’avvento di numerosi villeggianti. In virtù di ciò intendiamo mettere ordine – aggiunge Parisi – in un settore strategico, in particolare nei mesi più caldi dell’anno: viabilità e parcheggi. In questo senso chiediamo innanzitutto la collaborazione dei nostri concittadini e, naturalmente, anche di chi si richeca a Furci per trascorrere le vacanze”.

Leave a Response