Taormina. Inaugurato il busto di bronzo in memoria dello Zar Nicola II

TAORMINA – Se molti  autori della letteratura russa  hanno contribuito, con le loro opere, a far conoscere la Sicilia, da ieri un ponte ideale tra l’Italia, nello specifico Taormina, e la Russia è stato di certo creato. Si è svolta nella villa comunale della città del Centauro l’inaugurazione del busto di bronzo in memoria dello Zar Nicola II, donato all’Amministrazione di Taormina da tre importanti Organizzazioni non governative russe, presiedute da Vladimir Ivanovich Yakunin su espressa volontà del Governo russo. Il busto è stato scoperto dopo le 17 e poggia su una colonna di marmo rosso originale di Taormina, ed era stato collocato già qualche giorno fa al Parco Giovanni Colonna Duca di Cesarò. L’Imperatore di tutte le Russie, dichiarato Santo e Martire dalla Chiesa Ortodossa, avrà quindi da questo momento uno spazio dedicato nel “cuore” di Taormina. Da ieri insomma c’è un pezzo importante della storia russa nella città del Centauro. L’asse tra la steppa e la Sicilia ha infatti l’obiettivo di creare una sorta di gemellaggio turistico che possa promuovere l’immagine di Taormina in Russia. La storia racconta infatti che fin dal 600 i pionieri hanno cominciato a scoprire l’Italia, nonché la Sicilia, con particolare riferimento alla zona jonica da Messina a Catania e alla zona di Palermo. Un legame quello tra la Russia e la nostra regione che affonda le radici nel lontano 1908, quando in occasione del tragico terremoto  sei grandi navi russe, gli incrociatori e corazzate della Marina militare arrivarono e caricarono 2400 superstiti, assistiti da 3200 marinai russi, portandoli nei centri di raccolta di Napoli e Siracusa – questo atto di fratellanza è stato effettuato nell’epoca dello Zar Nicola II. Alla manifestazione, erano presenti le autorità militari e civili della Russia tra cui il Console Generale della Russia a Palermo, Vladimir Korotkov e il rappresentante della Fondazione Internazionale della Scrittura e Cultura Slava, Vladislav Meschanguin, e vari rappresentanti delle istituzioni locali tra cui il sindaco di Taormina Mauro Passalacqua, il presidente del Consiglio Eugenio Raneri, il comandante provinciale dei Carabinieri Claudio Domizi e il capitano Giampaolo Greco. La manifestazione è proseguita in piazza IX aprile con un concerto della Fanfara dei carabinieri e dell’orchestra della Flotta russa.

NEL TG90 DEL 9 GIUGNO LE IMMAGINI DELL’INAUGURAZIONE LE INTERVISTE AL SINDACO PASSALACQUA, AL CONSOLE GENERALE KOROTKOV E A MESCHANGUIN

Leave a Response