Droga tra Messina e Calabria, 45 arresti per associazione a delinquere

MESSINA – Operazione antidroga dei carabinieri che hanno eseguito tra la Sicilia e la Calabria,  45 ordinanze cautelari con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti, e detenzione ai fini di spaccio. Tra gli arrestati figurano anche 4 donne, una delle quali 74enne. A 32 indagati i provvedimenti sono stati notificati in carcere; 10 sono ai domiciliari. Gli arrestati appartengono a due gruppi criminali uno attivo a Messina con collegamenti nella città di Palermo e nella provincia di Reggio Calabria, in particolare nella Locride; l’altro operante sul versante tirrenico messinese con collegamenti a Palermo, Mistretta, Santo Stefano di Camastra, Villafranca, Rometta e Patti.
Le quarantacinque persone colpite da ordine di custodia cautelare stamani in Sicilia e Calabria coinvolte in un’ inchiesta antidroga dei carabinieri di Messina sono: Giacomo Beltrani, 31 anni, Maria Luisa Billeci, 26, Domenico  Bonasera, 33, Cristian Alessandro Burrascano, 34, Giuseppe Burrascano, 42, Angelo Cacocciola, 35 Antonino Cacocciola, 58, Giuseppe Caccocciola, 51, Angelo Cannavò, 30, Marco Cappuccio, 26, Benedetto Cassarà, 24, Letterio Costa, 34, Giuseppe Cotugno, 57, Francesco Cotugno, 25, M.G, 23, Angelo di Fazio, 24, Giuseppe Giannusa, 30, Lorenzo Mario Giuliano, 24, Claudio Lanza, 30.
E ancora, Sara Lo Prinzi, 24, Giuseppe Luparello, 30, Luana Rita Nicosia, 31, Antonino Rampulla, 24, Vincenzo Ribuffa, 24, Antonino Ribuffo, 28, Giovanni Repinto, 26, Sergio Sangiorgio, 27, Andrea Scaffidi, 24, Giovanni Scarfò, 24, Emil Skenderovic, 28, Giuseppe Scruci, 26, Giovanni Traina, 33, Salavatore Traina, 36, Francesco Valenti, 24, Antonino Accardi, 26, Giuseppe Citrano 36, Lirio Di Marco, 30, Rosa Filippone, 74, Luigi Mammana, 24, Salvatore Nava, 27, Antonio Scruci, 25,Salvatore Torcivia, 23, Ignazio Volo, 26, S.G, 22, e M.T.,21.
I primi 34  sono stati portati in carcere gli altri sono stati posti ai domiciliari. Tre degli arrestati all’epoca dei fatti oggetto d’inchiesta erano minorenni. Altre due persone sono ricercate.

Leave a Response