Taormina. Blizt della Guardia di Finanza su suv e auto di lusso

TAORMINA. Imprenditori, capitani d’industria, professionisti o semplici famiglie che avevano deciso di trascorrere il primo maggio a Taormina sono finiti del mirino della Guardia di Finanza guidata dal capitano Sergio Commendatore. Un vero bliz, stile Cortina, nei punti nevralgici della Città del Centauro. Da Corso Umberto a allo svncolo dellA18 a Spisone, passando per la via Luigi Pirandello su tutte le strade principali della Perla le Fiamme Gialle hanno effettuato controlli. Posti di blocco in tutte le vie d’accesso A Taormina… Impossibile sfuggire per i turisti. Porche Cayenne, Lamborghni, due Maserati di cui una cabrio e moto di grossa cilindrata sono state messe sotto la lente di ingrandimento della Guardia di Finanza che ha tentato di scovare qualche autista sconosciuto al fisco alla guida di qualche lussuosa autovettura. Di certo il blitz della Perla non finirà sulle prime pagine dei quotidiani, ma è certo che ha colto di sorpresa commercianti e turisti che si aspettavano controlli a tappeto in occasione delle festività pasquali.

Leave a Response