Taormina. Demolito il ponte Santa Venera. Sarà ricostruito entro sei mesi

TAORMINA – Finlamente ci siamo. Il ponte Santa Venera è stato demolito, in attesa di essere ricostruito. Otto anni di polemiche da parte degli amministratori e dei residenti della zona di Trappitello. Adesso la struttura è stata buttata giù dalle ruspe. Non è stato facile superare i tanti ostacoli che hanno messo i bastoni tra le ruote all’inizio dei lavori. L’ultimo intoppo risale a qualche settimana addietro quando Enel Distribuzione, che non puo consentire l’avvio delle opere facendo presente che c’erano dei cavi di media portata all’interno del ponte, da oltre 20 mila volts, necessari per l’erogazione di luce ed energia elettrica. Problema superato. In questi giorni infatti è stato effettuato anche lo spostamento dei cavi dell’Enel. A interventi ultimati, i collegamenti per l’erogazione della corrente (2 cavi per la media tensione) saranno riportati all’assetto originario. Di certo gli inteventi non erano più rimandabili. Il ponte è stato dichiarato inagibile dal lontano 2004 e da allora è stato interdetto al traffico. Solo il 23 gennaio scorso i lavori per la struttura erano stati consegnati dal Consorzio autostrade. «Vedere quel ponte demolito e i lavori che procedono adesso con rapidità è certamente un momento importante e a lungo voluto e atteso da tanti cittadini del comprensorio di Taormina», ha affermato l’avv. Franz Buda, presidente del Centro dei diritti del cittadino. Il Genio civile, a sua volta, è l’ente che ha dato il placet al riavvio del cantiere. Speriamo solo che la ricostruzione del ponte non incontri le stesse difficoltà nate per la sua demolizione. La data di fine lavori è fissata tra sei mesi.

Leave a Response