Casalvecchio. Musica e storia nell’abbazia

CASALVECCHIO – Con un apprezzato concerto dell’Orchestra Sinfonica di Palermo nello splendido scenario dell’abbazia dei S. Pietro e Paolo d’Agrò, si è aperta l’edizione 2012 del circuito regionale “Aterlier Internazionale della Musica”, che fino al 27 agosto porterà la musica classica nei più prestigiosi luoghi di cultura siciliani. L’evento è stato introdotto dal dirigente generale dell’assessorato regionale ai beni culturali, Gesualdo Campo, il quale ha ripercorso la storia del monumento normanno, dalla sua prima “edificazione” a Scifì di Forza d’Agrò fino alle complesse vicende legate alla presenza normanna e basiliana sul territorio, che hanno portato alla ricostruzione dell’abbazia a Casalvecchio. Poi spazio alla musica. A dirigere l’orchestra la 23enne Claudia Patanè, mentre il pianoforte è stato affidato al direttore artistico della manifestazione, il maestro Gianfranco Pappalardo Fiumara.
 Per questa “prima”  è stato scelto di proporre un confronto  molto particolare tra le opere di Salieri e Mozart. La kermesse è stata organizzata dall’arcipretura di Casalvecchio, retta da padre Agostino Giacalone, in collaborazione con i sindaci di Casalvecchio, Onofrio Rigano, e Forza d’Agrò, Fabio Di Cara, con la Provincia, il Consorzio Val d’Agrò, Archeoclub, l’Osservatorio dei beni culturali e l’Unione dei Comuni Valli Joniche. Determinante anche l’apporto della Soprintendenza di Messina.

Leave a Response