Fiumedinisi. Rubano materiale elettrico nel deposito del Comune, arrestati due giovani

FIUMEDINISI – I carabinieri della locale  casermae hanno arrestato due giovani accusati di furto di materiale elettrico da un deposito del comune di Fiumedinisi. A finire in manette Gabriele Crea, 28 anni, residente a Villafranca Tirrena,  Agrippino Di Fazio, 21 anni, di Adrano, entrambi giostrai. A sorprenderli è stata una pattuglia che stava espletando un servizio di controllo del territorio. I due sono stati fermati subito  dopo aver compiuto  il  furto e caricato sulla loro auto, una Mercedes, la refurtiva. Da un controllo effettuato  nel  bagagliaio i militari dell’Arma hanno trovato alcuni quadri elettrici, cavii, fari alogeni ed altro materiale elettrico di vario genere, di cui i due giovani non hanno saputo giustificare il possesso. Da successivi accertamenti effettuati è stato  accertato che si trattava di materiale che era custodito all’interno di un magazzino del comune di Fiumedinisi, che si trova nella  sottostante piazza  Matrice dove si  trovano i locali del Polifunzionale che ospitano il Municipio. Per introdursi nel locale  Crea e Di Fazio hanno divelto una finestra di ferro. Il materiale ha un valore di circa 3 mila euro. I ladruncoli sono stati  poi trasferiti nella camera di sicurezza della Compagnia carabinieri di Messina Sud, dove sono rimasti  fino a ieri mattina in attesa di essere giudicati con il  rito direttissimo.  Il magistrato  ha convalidato l’arresto dei due  giovani disponendo nel contempo la scarcerazione. Per  Crea è stato  imposto l’obbligo di firma presso la caserma dei carabinieri di  Villafranca.

 

Leave a Response