S.Teresa di Riva. L’on. Cateno De Luca ufficializza la candidatura a sindaco di Carlo Lo Schiavo. Ma l’avvocato non aderisce a Sicilia Vera

SANTA TERESA DI RIVA In vista delle amministrative del 6 e 7 maggio prossimi, tra tattiche e giochi politici (compreso forse qualche tradimento) che si stanno consumando sottobanco, Sicilia Vera scopre le carte. E lo fa con una conferenza stampa che si è svolta in un noto locale santateresino, e durante la quale l’on. Cateno De Luca ha ufficializzato la candidatura a sindaco dell’avvocato Carlo Lo Schiavo l’ex sindaco sfiduciato nel 2006 e sconfitto da Morabito nellla tornata elettorale del 2007. De Luca ha anche chiarito che Sicilia Vera, non essendo ancora nata, non era tra coloro che hanno sfiduciato Lo Schiavo. All’incontro hanno partecipato il portavoce provinciale di Sicilia Vera Pippo Lombardo, il consigliere Comunale Danilo Lo Giudice, Leonardo Racco, oltre ad alcuni sostenitori e cittadini. Dunque è ufficiale De Luca e Lo Schiavo correranno insieme alle prossime amministrative di maggio. Ma Lo Schiavo non aderirà comunque a Sicilia Vera. “Non abbiamo mai avuto questa pretesa – ha chiarito de Luca – ma l’avvocato sarà politicamente indipendente – ha precisato il deputato regionale – e non rinnoverà il tesseramento con il Pdl neanche durante gli eventuali 5 anni di mandato”. De Luca ha chiarito anche la posizione dell’ex sindaco Nino Bartolotta di cui si era sussurata una possibile candidatura a primo cittadina.Il progetto che De Luca e Lo Schiavo propongono vuole una “Santa Teresa protagonista” e sarà presentato nello specifico nella serata di sabato 24 marzo in piazza Marinai d’Italia, durante la quale – ha annunciato De Luca – “ci saranno tante sorprese”.   Durante la conferenza stampa il leader di Sicilia Vera ha anticipato alcuni dei punti – forza del progetto denominato “Patto Generazionale”. Tra le prime proposte della nuova coalizione c’è quella di creare una consulta popolare per non interrompere il confronto con i cittadini dopo le elezioni. Il “patto generazionale” firmato de luca – lo schiavo punta inoltre sulla nuova imprenditorialità attraverso la creazione di un tavolo permanente con gli imprenditori oltra che un’azione di tutoraggio delle attività della giunta. Il documento punta il dito contro l’amministrazione Morabito, “fallimentare e nociva per tutto il comprensorio” secondo Cateno De Luca, ma nello stesso tempo lascia aperta ogni possibilità di dialogo con le altre forze politiche “tranne per quei soggetti che – ha sottolienato il deputato regionale – hanno preso il taxi Morabito e dopo aver beneficiato dello champagne sono scesi”. “La coalizione che vede candidato a primo cittadino Carlo Lo Schiavo non sarà una compagine anti – Morabito, ma bensì un’alternativa ad essa” ci tiene a sottolineare De Luca.  L’unica cosa certa che è il sindaco uscente Alberto Morabito è riuscito a portare dalla sua parte ex esponenti della lista Lo Schiavo, ossia Tanino Maggioloti, Santino Veri e Maria Leopardi che gli saranno a fianco con tutta l’area Formica-Buzzanca e l’area Pd. Udc e Fli per il momento rimangono a guardare

NEL TG90 DI OGGI 23 MARZO L’INTERVISTA CON L’ONOREVOLE CATENO DE LUCA

Leave a Response