Savoca. Inaugurata “Comelamore” del maestro Ucchino, l’opera in acciaio inox ospiterà i lucchetti dell’amore

SAVOCA – E’ stato l’amore il protagonista indiscusso della cerimonia di inaugurazione della nuova scultura del maestro Nino Ucchino. L’opera dal titolo “Comelamore”, che si trova sulla strada provinciale 19, poco prima del centro abitato di Savoca, è dedicata a tutte le coppie di innamorati che metteranno il sigillo, o meglio il lucchetto, alla loro storia d’amore e getteranno via la chiave. Alla cerimonia di ieri era presente colui che dei lucchetti ne ha fatto, oltre che il simbolo dell’amore adolescenziale, anche la sua fortuna: Federico Moccia. Lo scritto ha anche presentato in piazza Municipio il suo ultimo libro dal titolo “L’uomo che non sapeva amare”. La scultura del maestro Ucchino in acciaio inox, delle dimensioni di quattro metri per 3, coniuga l’amore universale (del mito della leggenda della letteratura e del cinema ) a quello moderno nella sua più originale rappresentazione dei lucchetti. E se in alcuni comuni d’Itaia i sindaci hanno oridinato, tramite provvedimento, la rimozione dei lucchetti, rei di deturpare il paesaggio, l’opera di Ucchino, la prima nel mondo, è stata appositamente creata per ospitare i lucchetti dell’amore.  Alla cerimonia di ieri erano presenti  il sindaco di Savoca Nino Bartolotta, l’aasseore al turismo Cettina Pizzolo i consiglieri provinciali Matteo Francilia e Lalla Parisi. Hanno partecipato all’inaugurazione anche le ragazze di Miss Riviera Jonica.

Leave a Response