S. Teresa Riva. L’ex chiesa di Misserio a rischio crollo… e il Comune non la vuole più

S. TERESA DI RIVA –  Rimane nell’impasse la vicenda dell’ex chiesa di Misserio. Sono scaduti i 45 giorni di tempo concessi dall’Amministrazione comunale alla parrocchia affinché venga messo in sicurezza il pericolante immobile di piazza Padano. In caso contrario, era scritto nell’ordinanza firmata dal sindaco Alberto Morabito, sarebbe intervenuto il Comune rivalendosi poi sulla Curia per le spese sostenute. Un atto di forza a cui, però, non sono ancora seguiti fatti concreti. E il pericolo rimane. «E’ ufficiale – ha tuonato il consigliere comunale Vittorio Chillemi – il sindaco Morabito ha illuso ancora una volta la popolosa frazione di Misserio. Sono passati quasi 60 giorni dalla diffida e nulla è stato fatto, nonostante sulla vicenda sia stato convocato uno storico consiglio comunale a Misserio durante il quale il sindaco aveva promesso il suo intervento ai cittadini. Morabito – prosegue Chillemi – ha il dovere morale ed istituzionale di provvedere al più presto alla messa in sicurezza della struttura». Intanto, sulla vicenda è intervenuto anche il parroco di Misserio, padre Carmelo Mantarro, con una lettera in cui ha spiegato i vari “passaggi” che hanno portato al “braccio di ferro” tra la sua parrocchia e l’Amministrazione comunale. La novità è il Comune non sarebbe più interessato alla donazione dell’immobile.

Leave a Response