Nizza. Ufficializzata la candidatura a sindaco della Brigandì, che dovrà vedersela con l’uscente Di Tommaso. Al momento ”Nizza Viva” rimane a guardare

NIZZA DI SICILIA – Con  tutta probabilità  potrebbero essere tre i candidati a sindaco a Nizza di Sicilia. Alla scontata ricandidatura dell’uscente Giuseppe Di Tommaso, si è aggiunta quella dell’attuale consigliere comunale indipendente Mimma Brigandì, esponente di Fli. La sua candidatura è stata presentata questa mattina con una conferenza stampa nell’aula consiliare del Municipio. C’erano  presenti esponenti di Fli, Udc e Sicilia Vera, i partiti che sosterranno la Brigandì in questa difficile rincorsa alla poltrona di sindaco.  Al  momento non c’è  «Nizza Viva», il movimento di «rinnovamento generazionale» che fa riferimento ai tre consiglieri comunali di opposizione Giacomo D’Arrigo, Carmelo Campailla e Paolo Miceli. Tra la  Brigandì e i tre della minoranza non è stato raggiunto nessun accordo per cui  è ipotizzabile che «Nizza Viva»  possa decidere di esprimere un proprio candidato. La scelta, in questo caso, cadrebbe su uno tra D’Arrigo e Campailla. «Nizza Viva», intanto, continua a lavorare sul programma, dopo aver incassato un’ampia partecipazione (quasi cento persone, in gran parte giovani) al «Lab2012 day», incontro pubblico promosso per discutere le esigenze della cittadina jonica. Tornando alla conferenza stampa di questa mattina, all’incontro erano presenti il deputato regionale di Fli, Pippo Currenti, il coordinatore provinciale di Fli, Giuseppe La Face; l’assessore provinciale alla cultura dell’Udc, Mario D’Agostino; il coordinatore provinciale dell’Udc, Matteo Francilia; e il portavoce provinciale di Sicilia Vera, Pippo Lombardo. «Sono profondamente soddisfatta – ha detto la neo candidata – per il percorso che intraprenderò con l’appoggio di Fli, Udc e Sicilia Vera”.

Leave a Response