S. Teresa. L’uscente Alberto Morabito ha ufficializzato la sua candidatura a sindaco nel segno della continuità di ”Città Libera”

S. TERESA DI RIVA – L’uscente  primo cittadino di S. Teresa di Riva, dott. Alberto Morabito, ha ufficializzato la candidatura a sindaco per le elezioni di maggio. Morabito in una nota spiega i motivi che lo hanno spinto a rimanere sulla scena politica santateresina, peraltro  già  scontata. Qui di seguito la  ”riflessione” di Morabito: ”Dopo un’attenta analisi della situazione politico-amministrativa della nostra città, preso atto della volontà dei rappresentanti politici che, fino all’ultimo, con ammirevole coerenza, mi hanno sostenuto rispettando il mandato ricevuto dai concittadini nel 2007, convinto che soltanto il progetto politico di “Città Libera” contenga gli strumenti per affrontare seriamente i problemi della di S. Teresa di Riva, in considerazione delle difficoltà economiche nazionali e regionali che obbligano le amministrazioni comunali ad una sempre più oculata e responsabile programmazione delle spese, consapevole che, negli anni a venire, tali diffficoltà economiche saranno ulteriormente aggravate dalle recenti decisioni, dolorose ma necessarie, operate dal Governo nazionale, considerato il grande lavoro svolto in questi cinque anni e quello che resta da fare per portare a compimento la difficile opera di risanamento, di modernizzazione e di riqualificazione della nostra città e della nostra macchina amministrativa, al fine di renderla veramente disponibile e pronta ad affrontare e risolvere, in tempi ragionevoli, tutte le esigenze della collettività, convinto che una regola fondamentale della democrazia obblighi chiunque abbia svolto un ruolo istituzionale importante a presentarsi davanti agli elettori e render conto del lavoro svolto, accettando serenamente il loro giudizio, qualunque esso sia, ufficializzo la mia ricandidara a sindaco di Santa Teresa nell’ambito di un rinnovato progetto politico che rappresenti la naturale prosecuzione dell’esperienza della lista ”Città Libera “.

Leave a Response