Amministrative a Nizza. Ancora lui, il primo cittadino Di Tommaso si ripropone. D’Arrigo il probabile avversario

NIZZA DI SICILIA – Il dott. Giuseppe Di Tommaso, 68 anni, medico di famiglia, sindaco uscente, ripropone la  sua candidatura alla poltrona più ambita di Palazzo Municipio. La sua discesa in campo nella  tornata elettorale del 6 e 7 maggio prossimi per  certi versi non fa notizia perché non è stata mai messa in discussione. Ed anche in questa occasione Di Tommaso è  l’uomo da battere, un avversario tosto che a Nizza domina la  scena  politica dal  1978, con una  ”pausa” da presidente del Consiglio di 5 anni, dal 2002 al 2007, per aver accumulato due mandati consecutivi. Di Tommaso a quel tempo passò il testimone all’attuale presidente del civico consesso, l’ing.  Carmelo  Rasconà. Dunque, una  sindacatura complessiva, quella di Di  Tommaso, di ben  29  anni e che, in caso di vittoria alle prossime elezioni, andrà a  toccare il traguardo di 34  anni. Un record, insomma, che ha pochi riscontri  non solo a Nizza ma anche in provincia di Messina. E l’uscente primo cittadino, relativamente a Nizza Sicilia, ha segnato la storia politico-amministrativa nel 1978 quando, a quel tempo militante nella Dc, riuscì a sconfiggere il rivale comunista avv. Ciccio Romeo, altro prestigioso personaggio nizzardo che a tutt’oggi, a distanza di svariati anni dalla  sua morte, è ricordato con grande stima ed affetto. Sarà una lista civica quella che  andrà a sostenere Di Tommaso e sarà allestita nel ”segno della conitnuità”, anche se si prevedono alcuni cambiamenti. Degli attuali consiglieri uscenti di maggioranza,  3 o 4 dovrebbero lasciare ma i nominativi dei sostituti al momento li ha in mente solo Di Tommaso e nessun altro. Sul fonte opposto, quello della minoranza di ”Nizza Viva”, per la candidatura a sindaco, vengono indicati gli uscenti dott. Giacomo D’Arrigo (Pd), capogruppo, coordinatore nazionale di Anci Giovane, e l’architetto Carmelo Campailla. Tra i due non c’è competizione per cui la designazione non provocherà alcun tipo di dissapori anche perché rispecchierà la volontà della base. Ma stando ai si dice, dovrebbe essere D’Arrigo l’avversario di  Di Tommaso. Quelli di ”Nizza Viva”, viene rimarcato, propongono una una nuova ”generazione che vuole tagliare con il vecchio modo di fare politica, mettendo in campo tantissime energie e risorse, che spesso non sono coinvolte e sollecitate. Nostra intenzione – aggiungono i tre consiglieri di ”Nizza Viva” – è quella di impostare una campagna elettorale su contenuti, idee e programmi senza avere posizioni preconcette e pregiudizi nei confronti di nessuno, siano singoli o associati. Adesso è il momento di mettere davanti Nizza e lavorare ad una svolta che cambi il paese”.

Leave a Response