Messina. Città senz’acqua, problemi igienico-sanitari negli uffici pubblici. Domani si dovrebbe tornare alla normalità

MESSINA – La parziale erogazione idrica, preannunciata per domattina, non interesserà la zona nord, Castanea e Masse, San Licandro, Paradiso, Tremonti, Giampilieri, Zafferia e Mili San Pietro. L’erogazione dovrebbe tornare alla normalità per tutte le utenze nella giornata di domani, mercoledì 29. L’annuncio  è stato dato dal Comune. Il sindaco di Messina, Giuseppe Buzzanca, intanto ha confermato che domattina, dalle ore 7 alle 9, l’Amam eseguirà un’erogazione idrica a tempo ad alcune utenze cittadine  Il sindaco ha precisato che oggi direttori didattici e presidi si regoleranno autonomamente sull’entrata o sull’uscita anticipata degli alunni secondo il livello di riempimento dei serbatoi idrici dei singoli plessi. La mancanza di acqua nell’intera città ha determinato una situazione di emergenza igenico- sanitaria e oggi il sindaco ha disposto la precettazione del personale del Dipartimento autoparco con gli addetti al servizio degli autobotti per assicurare l’approvvigionamento idrico nelle strutture sanitarie nell’ambito cittadino che ne avranno esigenza. La mancanza di  acqua ha determina un emergenza igienico–sanitaria nei servizi igienici degli uffici comunali e  il primo cittadino, ha ravvisato l’opportunità, per ogni singolo dirigente, di valutare la chiusura del proprio ufficio in relazione ai problemi di natura igienico sanitaria rilevati, determinanti l’impossibilità a proseguire nella regolare attività lavorativa. I dirigenti comunali provvederanno quindi alla chiusura degli uffici comunali di competenza, dalle 11.30, per la giornata di oggi, garantendo i servizi essenziali e di emergenza. In conseguenza della carenza idrica cittadina e della conseguente grave situazione igienico-sanitaria, l’Università di Messina ha disposto  la chiusura degli Uffici amministrativi per oggi 28 febbraio.

Leave a Response