Fiumedinisi. Tre i candidati aspiranti sindaco: Rasconà e Puglisi (Sicilia Vera), Repici (Mpa)

FIUMEDINISI – Sono due i candidati a sindaco nello schieramento dell’uscente amministrazione ed entrambi hanno il  gradimento del gruppo ma, ovviamente, alla  fine solo uno avrà la nomination. Se la giocano ”in casa” il presidente del Consiglio in carica, avv. Alessandro Rasconà, e il dott. Mario Puglisi, che lo scorso 27 giugno venne nominato assessore, subentrando a Giuseppe Bertino. Puglisi rimase in carica appena un giorno a seguito della vicenda giudiziaria che portò all’azzerramento della Giunta e alla decisione di rassegnare le dimissioni del sindaco Cateno De Luca, deputato regionale  e leader di  ”Sicilia Vera”. De Luca nella prossima tornata elettorale del 6 e  7 maggio non può riproporsi per aver esaurito i due mandati consecutivi, pur se dal giorno della sua decadenza naturale mancavano poco più di due anni e mezzo per cui alle urne a  Fiumedinisi si sarebbe dovuto andare nella primavera del 2013. Tornando ai due candidati in pectore,  c’è da dire che ogni decisione sarà presa, quanto pare, nel giro di una settimana a conclusione di un ”tu per tu” tra  Puglisi e Rasconà, legati da stima e amicizia reciproca per cui l’uno  è disponibile a lasciare spazio all’altro e viceversa.  Alla fine, se nessuno dei due se la sentirà di prendere una decisione, l’ultima parola l’avrà verosimilmente l’ex sindaco Cateno De Luca e  i suoi più stretti collaboratori ma in ogni caso qualunque decisione non lascerà nessun tipo di strascico perché, come viene fatto notare in ambienti vicini a De Luca, il gruppo è  compatto e lavora in piena sintonia nel segno della continuità. Per  quanto riguarda invece la  lista a sostegno di Rasconà o Puglisi, tre-quattro saranno i nuovi  in sostituzione degli uscenti consiglieri che per motivi che nulla hanno a che fare con la politica locale hanno deciso di lasciare ad altri. Sul fronte,  opposto, quello della  minoranza,  si punta sull’attuale capogruppo, Francesco Repici, che dopo una parentesi nel  Pdl è transitato qualche  mese addietro nell’Mpa. Sulla designazione di  Repici alla candidatura a sindaco non ci dovrebbe essere nessun tipo di  problema, visto che attorno a lui ci sarebbe l’unanime convergenza dei consiglieri uscenti, Nino Maisano, Gaetano Ricca e Orazio De Francesco, ma anche quella dei sostenitori esterni. A Fiumedinisi, questa campagna elettorale del dopo De Luca, che vedrà in competizione due liste civiche, si annuncia molto  ”frizzante” anche perché gli accadimenti giudiziari degli ultimi mesi hanno generato in entrambi gli schieramenti in lizza grande voglia di partecipazione per dare al paese un governo che contribuisca soprattutto a riportare serenità dopo quattro anni di scontri politici nervosi in Consiglio.

Leave a Response