Sicilia. Amministrative, si vota il 6 e 7 maggio. Nel versante ionico messinese 12 i Comuni coinvolti

 In Sicilia per le  amministrative si vota il 6 e 7 maggio in 148 Comuni. L’eventuale ballottaggio è fissato per il 20 e 21 maggio. Lo ha deciso, su proposta dell’assessore per le Autonomie locali e la Funzione pubblica Caterina Chinnici, la giunta regionale riunita a Palazzo d’Orleans sotto la presidenza di Raffaele Lombardo. Tre i capoluoghi coinvolti: Palermo, Agrigento e Trapani. Gallodoro, in provincia di Messina, è invece il comune piu’ piccolo con 389 abitanti. Al voto sono chiamati oltre 2 milioni e mezzo di siciliani, compresi coloro che andranno alle urne per il solo rinnovo delle province regionali di Ragusa e Caltanissetta. In provincia di Messina 43 i Comuni interessati alla tornata elettorale: Acquedolci, Alcara Li Fusi, Barcellona Pozzo di Gotto, Brolo, Caprileone, Castelmola, Castroreale, Cesarò, Fiumedinisi, Francavilla di Sicilia, Gaggi, Gallodoro, Gioiosa Marea, Itala, Letojanni, Librizzi, Lipari, Longi, Malfa, Mazzarrà Sant’Andrea, Merì, Mirto, Montalbano Elicona, Motta d’Affermo, Nizza di Sicilia, Novara di Sicilia, Pagliara, Pettineo, Piraino, Roccavaldina, Roccella Valdemone, Rodi’ Milici, San Pier Niceto, San Piero Patti, Sant’Alessio Siculo, Santa Marina Salina, Santa Teresa di Riva, Santo Stefano di Camastra, Saponara, Savoca, Sinagra, Venetico e Villafranca Tirrena. Oltre che negli enti il cui rinnovo era già fissato per scadenza naturale, in  provincia di Messina si votera’ anche a Fiumedinisi, dove il sindaco si è dimesso la  scorsa estate.

Leave a Response