Taormina. Rifiuti, bocciato progetto per l’impianto di compostaggio domestico dei 32 comuni dell’Ato Me4

TAORMINA – Svanisce l’ipotesi di realizzare un impianto di compostaggio a servizio dei 32 Comuni dell’Ato Me 4. Il Dipartimento regionale dell’acqua e dei rifiuti ha infatti bocciato il progetto presentato dalla società in liquidazione con sede a Trappitello per l’attivazione del compostaggio domestico utilizzando la frazione organica umida proveniente dalle utenze. Il piano è stato giudicato inammissibile dalla commissione di valutazione «perché privo dell’approvazione in linea tecnica: punto 6 della circolare. Non si rileva la coerenza col piano d’ambito». L’Ato Me 4 non ha presentato osservazioni per contestare l’esclusione. Ventinove sono stati i progetti dichiarati ammissibili nelle varie tipologie di intervento (impianti di compostaggio, centri comunali di raccolta, comunicazione e sensibilizzazione raccolta differenziata, ampliamento discariche, impianti per inerti). Ben 104 i progetti esclusi. Tra quelli ammessi a finanziamento per realizzare un impianto di compostaggio domestico c’è quello dell’Ato Me 1 (248mila euro) che si è classificato al primo posto. L’Ato Me 3, invece, è al primo posto per quanto riguarda il riciclaggio dei rifiuti. Il progetto (4milioni e mezzo di euro) punta a potenziare la raccolta differenziata con la fornitura di mezzi e attrezzature e consiste nell’attivazione del sistema di raccolta differenziata porta a porta a Messina città.

Leave a Response