Maltempo, riviera jonica in ginocchio. Rimane chiusa la Ss114 e la ferrovia tra Capo Taormina-Spisone. Isolata Roccafiorita

Piove ininterrottamente da oltre 24 ore sul versante ionico della Sicilia, dove si registrano ingenti danni e disagi alla circolazione stradale.
Rimane bloccata la ferrovia tra Capo Taormina e la zona di Spisone per la frana che ieri sera  ha invaso  i sottostanti binari e provocato il deragliamento di un treno. Al lavoro tecnici e operai per  ripristinare la  tratta. E rimane chiusa anche, a causa del cedimento del manto stradale, la  statale 114 in entrambe le direzioni, tra Taormina e Giardini Naxos.  Isolata Roccafiorita per una frana sulla Sp12  in contrada Baciamani, vicino al ristorante La Fermata. A Limina il torrente Crapinaro ha spazzato via la strada che collega la Sp12 alla chiesa di Passo Murazzo. A Casalvecchio è esondato il torrente Agrò nella zona di S. Pietro. A S. Alessio, uno smottamento si è verificato sui tornanti del Capo, sulla Ss114. Si transita con difficoltà. A Savoca una frana ha causato la chiusura della Circonvallazione, vicino alla chiesa di S. Lucia. Il torrente Contura è a rischio straripamento. Ad Antillo, in contrada Due Fiumare, il torrente Antillo è esondato ed ha invaso la sede stradale. Inoltre, al momento risulta interrotta la strada provinciale Antillo-Fondachelli Fantina interessata in più punti da numerose frane e smottamenti, mentre con qualche problema si percorre la strada provinciale Antillo-S. Alessio. Intransitabile risulta la strada comunale che da Antillo conduce alle frazioni Pinazzo e Sverna le quali, quindi, risultano isolate con gravi disagi per le famiglie residenti. A Messina, invece, l’unico vero disagio si registra, al momento, a Santa Margherita, dove il mare ha letteralmente invaso la strada, costringendo l’Anas a chiudere la Statale 114, in entrambe le direzioni, per allagamento. I lungomare della riviera jonica sono stati spazzati dall’impeto del mare. Danni si registrano a S. Alessio, S. Teresa, Furci e Roccalumera. A Furci è stato chiuso il lungomare, con l’istituzione del doppio senso di marcia sulla via Nazionale. Anche a Roccalumera le onde hanno invaso la quasi totalità del lungomare, depositando sul fondo stradale sabbia e detriti che stanno mettendo a rischio la circolazione dei mezzi. L’arteria, però, rimarrà aperta come ci ha confermato il sindaco Gianni Miasi.

Leave a Response