Furci. Il rettore Tomasello: ”Lo sportello universitario sopravviverà’, allarme rientrato tra i 1.500 studenti della ionica

FURCI SICULO – La convenzione tra il Comune e l’Università, legata al Consorzio universitario jonico, sarà rivista e potenziata. Lo ha assicurato il rettore, Franco Tomasello,  al sindaco Bruno Parisi e al direttore del Consorzio, Giovanni Giuffré. Tomasello si è detto a conoscenza dell’attività dello sportello universitario jonico e dell’importanza che riveste per un ampio territorio. Ha dato pertanto massima disponibilità a rendere stabile la continuità del rapporto. Nelle prossime settimane. Tomasello tra qualche  settimana sarà a Furci per un sopralluogo alla struttura. Il sindaco Parisi ha definito l’incontro «proficuo e determinante ai fini della sopravvivenza dell’unico punto di riferimento che gli studenti jonici, da Francavilla a Scaletta Zanclea, hanno sul territorio».
Nei giorni scorsi era stato lanciato un appello all’Unione dei Comuni delle Valli joniche dei peloritani, che ha sede a S. Teresa e associa 12 paesi dell’hinterland. La sollecitazione non è caduta nel vuoto, tant’è che nel corso dell’ultima riunione il Consiglio dell’Ente sovracomunale ha inserito in Bilancio la somma necessaria per scongiurare la chiusura del Consorzio, del quale fanno parte i Comuni di Furci e Roccafiorita. L’obiettivo è quello di evitare al contempo disagi ai circa 1500 studenti che già usufruiscono dello sportello universitario. Il sindaco Parisi si è attivato al contempo per ottenere un contributo anche dai singoli Comuni. La risposta è stata positiva, ma ovviamente si attendono adesso gli atti formali. Che potrebbero giungere dopo la visita nella cittadina jonica del rettore, alla quale saranno invitati i primi cittadini del comprensorio.

Leave a Response