TaoArte, la furia dell’ex direttore Enrico Castiglione: “Il mio contratto scade a fine 2012, si stanno assumendo una responsabilità enorme”

TAORMINA. In merito alle polemiche sul defenestramento dei direttori artistici di Taormina Arte, riceviamo e pubblichiamo integralmente una nota del maestro Enrico Castiglione, ex direttore della sezione “Musica e Danza”. Castiglione ha voluto puntualizzare alcuni aspetti della vicenda, sostenendo, tra l’altro, che il suo contratto con TaoArte scadrà soltanto alla fine del 2012 ed è quindi pronto a chiedere i danni per questo improvviso “licenziamento”. Ecco la nota integrale.

“La programmazione “Musica e Danza”  – spiega Castiglione – è stata presentata in cinque conferenze stampa ufficiali del Comitato TaoArte a partire dalla prima conferenza stampa del 26 agosto 2010 svoltasi presso l’Hotel Timeo, in cui alla presenza del Comitato al completo sono state presentate le mie stagioni 2011, 2012 e 2013 (la famosa programmazione triennale) con tanto di nomi, date, luoghi, orari, artisti, opere, collaborazioni e dirette mondovisione Rai… e il 2011 si regolarmente è svolto. Confermo  – aggiunge Enrico Castiglione – che il mio rapporto contrattuale scade il 31 dicembre 2012 e presentando la programmazione 2013 il Comitato mi ha di fatto sostanzialmente prorogato l’incarico fino al 2013. Già quindi dall’agosto 2010 abbiamo presentato la programmazione con un anno di anticipo per il 2011 (e messo subito in vendita i biglietti già dall’agosto 2010, con ottimi risultati di vendita), due anni di anticipo per il 2012 e tre anni di anticipo per il 2013.
La Rai  – prosegue il maestro Castiglione – ha confermo la diretta mondovisione della nostra opera del 2012 con diretta mondovisione il 9 agosto 2012. La stessa Rai ha, inoltre, confermato la diretta mondovisione del 2013 per la Tetralogia di Wagner: quattro serate in diretta.
A seguito delle conferenze stampa a Taormina, Londra, Milano, Roma (con la Rai) e di nuovo Taormina, sono usciti centinai di articoli sui giornali italiani e stranieri. Internet è strapieno e pure su “Youtube” ci sono le conferenze stampa. Mi chiedo: “Tutto ciò può essere uno scherzo? Tutto ciò si può distruggere per fare posto alle finte operazioni gratuite di Veronesi? Tutto ciò si può ignorare, calpestando il lavoro di chi già da settembre 2011 ha avviato i lavori per i costumi e le scenografie?”. Se poi ci fosse un taglio della Regione (tutto da vedere), bene: il Comitato avrebbe dovuto convocare il direttore artistico in carica, cioè io, e dire: ci sono meno soldi, bisogna rivedere, ed io mi sarei subito riattivato e in armonia avrei rimodulato coinvolgendo gli artisti, i manager, le orchestre, etc. Non ci sono parole per come si stanno comportando. Si stanno assumendo – aggiunge Enrico Castiglione – una responsabilità enorme, che creerà nuovi gravi problemi a TaoArte: dovranno pagare i danni a me, ai produttori, alla Rai, agli artisti annunciati, etc. Non era quindi opportuno parlarmi, ricevermi, riunirsi con me e vedere cosa si doveva e poteva fare? E tutto questo in un momento in cui TaoArte non ha pagato gli spettacoli del 2011 e non dà spiegazioni né a me (che ci ho messo la faccia) né ai produttori… fermo restando – conclude il maestro Castiglione – che pure i miei compensi 2010 e 2011 non sono mai stati pagati”.

Leave a Response