Roccalumera. Palpeggiò ragazza minorenne, 26enne condannato a sei anni di carcere per violenza sessuale

MESSINA –  Sei anni di carcere sono stati inflitti dai giudici del tribunale di Messina al 26enne Luciano Scipilliti, abitante a Roccalumera,  accusato di aver usato violenza su una minore. La vicenda che portò in carcere Scipilliti risale al 28 gennaio dello scorso anno. Secondo la ricostruzione dei fatti, verificatisi a Roccalumera, l’uomo avrebbe tentato di violentare una ragazzina di 14 anni all’interno del cortile di un condominio. Il ventiseienne avrebbe fatto cadere per terra la ragazza cominciando a palpeggiarla. Secondo quanto raccontato dalla vittima ai carabinieri di Roccalumera, l’uomo sarebbe passato alle minacce: «Se non mi fai fare niente non ti lascio stare», le avrebbe detto. La violenza sessuale, quindi, non si sarebbe del tutto consumata. Nella requisitoria il pubblico ministero aveva chiesto per Scipilliti una condanna ad 8 anni con la richiesta di trasmissione degli atti relativi ad alcune testimonianze del processo alla Procura. Secondo la tesi dell’accusa ci potrebbero essere gli estremi per il reato di favoreggiamento.

 

Leave a Response