Nizza. Una folla di fedeli ha accolto la restaurata statua dell’Assunta

NIZZA DI SICILIA – Il simulacro dell’Assunta è tornato al suo antico splendore, grazie all’opera di restauro del maestro catanese Ignazio Lo Faro. Dopo quattro mesi, la statua è stata riposizionata nella chiesa parrocchiale dedicata alla Madonna, che sorge sulla centrale via Umberto I. Il solenne ingresso, tra due ali di folla, ha fatto seguito ad una processione snodatasi dalla chiesa della Madonna del Carmelo di Roccalumera a Nizza. I fedeli hanno apprezzato la certosina pulitura del simulacro e della raggiera i cui colori sono tornati all’origine. La statua dell’Assunta, realizzata nel 1954 in un laboratorio di Ortisei (Bz), era stata prelevata per essere trasferita in laboratorio il 22 settembre. Alla funzione di rientro, conclusasi con la Celebrazione eucaristica, erano presenti l’amministratore parrocchiale, padre Salvatore Orlando, padre Giuseppe La Speme, don Gaetano Murolo, padre Santino Caminiti, padre Roberto Romeo e il segretario dell’Arcivescovo, Domenico Mirabile. Oltre, ovviamente, ai tantissimi fedeli che hanno reso omaggio alla Vergine, celebrata ogni anno il giorno di Ferragosto sin dall’800. Era la festa estiva dell’Arcipretura di Allume che prevedeva un pellegrinaggio sino al torrente Landro di Nizza, dove esisteva un altarino.
Nel 1892 venne realizzata una chiesetta dirimpetto a quella attuale in cui si custodiva una statua in cartapesta dell’Assunta poi sostituita da quella appena restaurata.

 

Leave a Response