Furci. Rielaborazione del Prg, l’assessore Crinò: ”Utile partire con scelte condivise”

FURCI SICULO – Quanto prima l’Amministrazione comunale furcese sarà chiamata ad occuparsi del Piano regolatore generale. La rielaborazione è imminente.L’argomento è stato rispolverato nei giorni scorsi dall’assessore ai Lavori pubblici, Francesco Crinò. E di Prg si è parlato qualche giorno addietro nel secondo Forum aperto ai cittadini e agli addetti ai lavori svoltosi nell’aula consiliare durante il quale sono  stati illustrati gli indirizzi, le finalità, il metodo di lavoro e le prime analisi del Piano strategico locale 2011-2013. «In vista della revisione del Prg – sostiene Crinò – sarà certamente utile partire con una dotazione di scelte condivise, che consentano di individuare la rotta di sviluppo da tracciare. Ovviamente noi operiamo nel nostro minuscolo contesto e non ci illudiamo di cambiare il mondo, ma abbiamo il dovere di cercare di migliorare il contesto in cui viviamo». L’assessore punta poi l’attenzione sulla «situazione economica generale, che attraversa momenti di estrema sofferenza. E se a questo si aggiunge che il nostro contesto territoriale è di per se caratterizzato da un particolare ritardo – prosegue – il quadro che si presenta non è dei migliori. Ma è proprio in questi momenti che risulta indispensabile cercare di individuare e definire gli obiettivi e far sì che gli stessi siano generati dalla condivisione; bisogna ridurre la disorganicità nell’utilizzo delle risorse e creare le condizioni per attivare la risorsa “sinergia” fra il pubblico ed il privato e, perché no, fra gli stessi imprenditori». Un altro incontro con i cittadini nella sala consiliare è  previsto nella prossima  settimana.

Leave a Response