Savoca. Mobilitazione per le mummie, l’Osservatorio chiede l’intervento dell’Unione dei Comuni

SAVOCA – Mobilitazione per rimettere al loro posto 17 delle 33 mummie custodite nel Convento dei Cappuccini. Come è noto, servono 30 mila euro per rimettere in piedi le mummie sottoposte recentemente ad interventi di restauro. Alcuni scheletri, infatti, presentano lesioni alla colonna vertebrale  tali da non consentire la loro ubicazione in verticale nelle nicchie della cripta. I soldi necessari sono già stati chiesti dalla Soprintendenza alla Regione ma il finanziamento tarda ad arrivare e le mummie rimangono nelle casse di legno. L’Osservatorio per i Beni Culturali dell’Unione dei Comuni, intanto, si è riunito per affrontare la questione. Al termine di un ampio dibattito, cui ha preso parte anche l’assessore al Turismo di Savoca, Cettina Pizzolo, l’Osservatorio ed Archeoclub d’Italia hanno chiesto un impegno ufficiale da parte dell’Unione Valli Joniche e del Comune di Savoca, le cui Giunte nei prossimi giorni (l’Unione forse già oggi) approveranno una delibera di sostegno al progetto della Soprintendenza e chiederanno alla Regione di sbloccare al più presto il finanziamento. Della vicenda si occuperà anche il Consiglio dell’Unione, che verrà convocato dal suo presidente, Carmelo Spadaro, ad inizio febbraio. L’Unione ed il Comune di Savoca hanno infine chiesto un incontro all’assessore regionale per i Beni Culturali, Sebastiano Messineo.

Leave a Response