Vertenza Servirail, Francilia si appella a Ricevuto: “Si faccia carico della questione”. Il consgliere sferra un attacco frontale anche al governatore Lombardo

Il consigliere provinciale dell’udc Matteo Francilia torna sul caso della vertenza Sevirail. Questa volta si rivolge direttamente al presidente Nanni Ricevuto. E lo fa con una dura nota in cui sollecita l’inquilino di Palazzo dei Leoni a farsi carico della questione. “E’ necessaria una presa di posizione forte da parte di tutte le forze politiche – si legge –  sia di maggioranza che di opposizione in difesa dell’occupazione degli ex cuccettisti Servirail ed a favore del ripristino del servizio dei treni a lunga percorrenza”. Francilia, oltre che schierarsi contro i tagli di Fs e in difesa dei lavoratori che hanno perso il lavoro, sottolinea anche i disagi per i cittadini siciliani che studiano o lavorano nelle regioni del Nord o per i nostri concittadini che vengono in vacanza in Sicilia in treno, sono pesantissimi”. Il consigliere dell’udc non usa mezzi termini: “siamo letteralmente isolati dal resto del continente” ha scritto ancora nella nota.  Ma l’aspetto più grave per Francilia è di natura sociale considerando il fatto che a Messina ben 85 lavoratori l’11 dicembre scorso hanno perso il posto di lavoro. “Per questo – si legge ancora nel comunicato –  chiedo al Presidente Ricevuto di fissare un incontro con i rappresentanti dei lavoratori, le forze sindacali ed il Presidente della Regione Raffaele Lombardo”. In maniera volutamente provocatoria il consigliere provinciale fa notare che “nei giorni tra il 10 ed il 14 dicembre durante i quali la vertenza Servirail esplodeva in tutta Italia,  sono stati siglati tra Stato e Regioni gli elenchi degli assi infrastrutturali dove tra i principali interventi finanziari spicca la grande attenzione verso la provincia di Catania, territorio di appartenenza del Presidente della Regione”. Un attacco frontale quello sferrato da Matteo Francilia nei confronti del governatore siciliano. “Mi auguro – conclude il consigliere – che Lombardo inizi ad esercitare il proprio peso politico anche negli interessi delle famiglie e del territorio  messinese”.

 

 

Leave a Response